lunedì 21 novembre 2016

Pasta o tortellini alla "Mamma Rosa"


Lo so che ultimamente vi prometto delle cose e poi non le mantengo, ma gli impegni nella vita quotidiana sono tanti, come anche i pensieri, ed il blog è una di quelle cose che ne risente di più...
Spero di riuscire a farmi perdonare con questa pasta che io preparo di frequente.
La chiamo alla "Mamma Rosa" perché da ragazzina mi servirono, al ristorante, i tortellini conditi così e da allora l'ho sempre chiamata in questo modo...
In sostanza, si tratta di un sugo al pomodoro al quale viene aggiunta la panna da cucina, ma se nella cottura tradizionale bisogna mettere sul fuoco un pentolino con la passata, farla cucinare un po' e poi aggiungere la panna, con amc basta mettere tutto dentro alla pentola e il gioco è fatto!!
Vediamo come fare...


Ingredienti:
~ pasta
~ sugo al pomodoro (crudo, non serve cuocerlo!)

~ 1 barattolino di panna da cucina
~ acqua q.b.
~ pochissimo sale

~ un goccino d'olio
~ ingredienti o aromi a piacere; nel mio caso, ho aggiunto basilico fresco in foglie e una confezione da 100 gr di pancetta dolce tagliata a dadini

Mettere la pasta nell'unità di cottura da 3 o 4,5 litri.
Versare la panna da cucina, mescolare e unire la passata di pomodoro; io vado ad occhio, secondo quanto la panna diventa "arancione": ovviamente, più passata si mette, più il risultato sarà di un sugo con il gusto prevalente di pomodoro, con meno passata il risultato sarà più delicato!

Salare a piacere e mescolare, poi unire la pancetta a dadini o qualsiasi altro ingrediente a piacere, tipo le verdure o anche la salsiccia.
A questo punto, aggiungere l'acqua in quantità tale che rimanga a livello della pasta o, meglio ancora, appena al di sotto e un goccino d'olio. Dare un'ultima bella mescolata.

Unire le foglie di basilico, se le si usa.


Chiudere con il Secuquick ed impostare l'Audiotherm su P + soft.
Sul fuoco: mettere la pentola su quello grande a fiamma alta e, quando l'Audiotherm suona, spegnere, poi spostarla dalla fonte di calore ed aspettare che il coperchio si apra da solo.
Con il Navigenio: impostarlo su A di automatico e, quando l'Audiotherm suona, spegnere; anche in questo caso, meglio spostare la pentola dal Navigenio perché è bello caldo!!
Quando il Secuquick si apre, dare una bella mescolata e servire.


Nota: se all'apertura del Secu il sugo dovesse essere ancora un pochino liquidino perché la pasta non l'ha assorbito del tutto (si vede che era liquido in più e non le serviva!), nessuna paura, basta accendere il fuoco e far asciugare per qualche secondo!!


La vostra pasta è pronta per essere servita...


... e con una bella spolverata di grana grattugiato, è una bontà incredibile!



Per i tortellini, gli ingredienti del condimento e il procedimento sono gli stessi!!
Si possono usare tortellini con ripieno a piacere: alla carne, con prosciutto, ricotta e spinaci... ci sta bene tutto!!!

 

 
 

domenica 13 novembre 2016

Un milione di grazie!!

Era  da qualche giorno che non aprivo il computer, ultimamente ho una vita un pochino "complicata", sono impegnata su vari fronti ed i pensieri nascono e si accavallano l'uno sull'altro...
Poi stamattina finalmente ho due minuti, accendo il pc e cosa mi trovo?
 
Più di 1 milione di visite!!!
 
Ebbene, cosa dire se non grazie a tutti!!!
 
Grazie a chi mi segue con tanto affetto, a chi passa di qui per sbirciare qualche ricettina dolce, ma soprattutto grazie a chi ripone così tanta fiducia in me e nelle mie ricette o spiegazioni con il sistema AMC!!!
Vi devo confessare che siete in tantissimi, ho conosciuto moltissime persone che mi seguono e mi ringraziano per il lavoro che faccio e la passione che metto nello spiegare quello che so su amc; quando ho aperto il blog 4 anni e mezzo fa, e poi dopo qualche mese la pagina amc, non mi sarei mai immaginata dove sarei arrivata, il tutto grazie a voi!!!
 
E' merito di tutti voi se il mio piccolo angolo virtuale è cresciuto così tanto <3
 
Ma c'è un'altra sorpresa: bellissima, inaspettata, incredibile...
Ma questa ve la svelerò domani o al massimo martedì, il tempo di definire il tutto...
 
Per ora, vi auguro buona domenica e ancora...


Foto presa dal web.

sabato 29 ottobre 2016

INVITO ALLA GRANDE FESTA AMC DOMENICA 6 NOVEMBRE!!

SIGNORE E SIGNORI:
 
SIETE TUTTI INVITATI
ALLA GRANDE FESTA AMC
CHE SI TERRA'
DOMENICA 6 NOVEMBRE
NELL'UFFICIO DI SILEA (TV)
DALLE 15.00 ALLE 19.00
 
 
CI SARA' LA PRESENTAZIONE
DI UN NUOVISSIMO PRODOTTO AMC
CON ALCUNE PROVE COTTURA
E RELATIVI ASSAGGI.
MA NON E' FINITA QUI...
SI PUO' RITIRARE GRATUITAMENTE
UN RICETTARIO A SCHEDE
E PER TUTTI I PARTECIPANTI
UN BELLISSIMO REGALO!!
 
INOLTRE, PER CHI ACCETTA L'INVITO
E SI PRESENTA COME LETTORE
DI CREMA E PANNA,
CI SARA' UN' ULTERIORE SORPRESA!!!
 
 
QUINDI, RESTATE SINTONIZZATI,
MANCANO POCHI GIORNI...
 
 
PER ULTERIORI INFORMAZIONI,
O PER EVENTUALI DOMANDE, 
CONTATTATEMI TRAMITE UN COMMENTO
LASCIANDO LA VS.MAIL
ED IO VI RISPONDERO' QUANTO PRIMA.
 
ATTENZIONE:
C'E' LA MODERAZIONE DEI COMMENTI, PER CUI SE NON LO VEDETE SUBITO,NON PREOCCUPATEVI: QUANDO LO VEDO IO, NON LO PUBBLICO
PER LA VOSTRA PRIVACY E VI CONTATTO DIRETTAMENTE!!

martedì 25 ottobre 2016

Crostata di mele con crema pasticcera alla cannella


Mele e cannella sono un connubio perfetto e molto usato in pasticceria.
E per cambiare dal solito dolce, questa volta ho pensato di unire la mela con la cannella in un altro classico della pasticceria, ovvero la crostata!! Ma la cannella non si trova nella frolla, come si potrebbe pensare... invece va ad aromatizzare la crema pasticcera rendendola particolare, ma ugualmente golosissima!!
Quindi non starò qui a dilungarmi sulla bontà di questa crostata, mi sa che potete immaginarlo da voi... ;-)


Ingredienti per uno stampo da 24 cm:
per la frolla:
~ 300 gr di farina
~ 130 gr di burro morbido
~ 140 gr di zucchero
~ 1 uovo
~ 1 bustina di lievito

per la crema pasticcera:
~ mezzo litro di latte
~ 4 tuorli
~ 100 gr di zucchero
~ 45 gr di maizena
~ 2 cucchiaini rasi di cannella in polvere

inoltre:
~ 2 mele circa


Prima di tutto, preparare la crema pasticcera: io metto il procedimento con il microonde, in alternativa si può cuocerla in modo tradizionale!!
In un contenitore adatto al microonde, sbattere con una frusta a mano i tuorli con lo zucchero finché diventano bianchi e soffici. Nel frattempo, scaldare il latte (io lo faccio sempre nel microonde). Aggiungere ai tuorli la maizena setacciata insieme alla cannella in polvere e sbattere per fare incorporare bene e sciogliere i grumi; poi, sempre mescolando, unire il latte tiepido. Mettere il contenitore nel microonde e fare andare per 2 minuti alla massima potenza. Tirare fuori, mescolare velocemente con un cucchiaio di legno o con la frusta, quindi ripetere l’operazione per altre 2 volte per 1 minuto alla volta.
Non preoccuparsi se la prime volte che si mescola il composto risulta ancora liquido, ma la terza volta che si prende il contenitore si noterà che la crema ha cominciato ad addensarsi, basta dare una mescolata e si avrà una crema morbida e liscia. Se eventualmente non è ancora densa al punto giusto, rimettere nel microonde e fare andare, di volta in volta, per 20-30 secondi, finché si ottiene la densità voluta.
Lasciare raffreddare completamente coperta con pellicola a contatto.
 
Preparare la frolla. Lavorare lo zucchero con il burro morbido a tocchetti, poi aggiungere l'uovo e la farina con il lievito e un pizzico di sale. Lavorare bene l'impasto, fare una palla e dividerla a metà. Tirare una metà, mettere nella teglia già imburrata e infarinata e bucherellare la base con i rebbi di una forchetta.
Versare la crema sulla superficie, disporre le mele precedentemente sbucciate e tagliate a tocchetti e coprire il tutto con l'altra metà di frolla stesa in una sfoglia.
Infornare nel forno preriscaldato a 180° per circa 40 minuti; la frolla deve diventare bella dorata.
Quando la crostata è fredda, sformarla sul piatto da portata e spolverizzarla, a piacere, con lo zucchero a velo.


 
Note personali:
- la crema risulta di un colore beige, forse non è tanto appetibile, ma è dovuto alla cannella!! Vedrete che il sapore vi farà dimenticare l'estetica!!
- secondo me, la crema è un po' tantina, volendo se ne può mettere un pochino di meno; il resto si può mangiare a cucchiaiate...
- con queste dosi, la cannella si sente, ma non è invadente; se piace, si può aumentare la quantità o, in caso contrario, se la si vuole ancora più delicata, diminuire...
- consiglio vivamente di far raffreddare del tutto la crostata e poi, prima di tagliarla, passarla in frigo per qualche ora in modo che la crema si rassodi per bene!!!
- attenzione: essendo una crostata molto umida, la frolla risulterà morbida!!!