lunedì 28 maggio 2012

Torta Monna Lisa... ovvero torta al limone


Come dice il titolo, questa è una torta al limone ed è tratta dal mitico "Manuale di Nonna Papera", dove appunto è chiamata Torta Monna Lisa. Chi non conosce questo manuale uscito per la prima volta nel 1970? Io!!! Non sto scherzando, prima di lei io non lo conoscevo! Ma cominciamo dall'inizio: nessuno mi ha mai regalato questo favoloso libro, sebbene io sia nata nei primi anni '70, e quindi fossi una bambina quando è stato pubblicato più e più volte visto il successo che otteneva. Poi con l'avvento di internet e del mio primo computerino (quello che ha smesso di soffrire un paio di mesi fa) ho cominciato a seguire in silenzio alcuni blog di cucina, tra i quali quello di Sabrine (lo potete trovare anche nella mia lista); un bel giorno Sabrine decise di indire un contest che aveva per tema le ricette tratte dal manuale; così, incuriosita dalla cosa, feci alcune ricerche in internet e, solo l'anno scorso, decisi di comprare questo libro meraviglioso... si può dire che io sono una tra quelle che ha contribuito ad innalzare il prezzo su ebay, visto la richiesta che c'è!
Comunque, a mio avviso è un libro davvero stupendo, un vero piccolo capolavoro, in cui insieme alle ricette davvero semplici sono spiegati anche dei passi della storia in maniera molto simpatica: come apprendere una materia di scuola divertendosi tra i fornelli (con il permesso della mamma, ovviamente!). Non ci sono tipiche ricette americane, tipo cheese cakes, apple pies o muffins... sono ricette dolci e salate pensate per delle bambine che vogliono "copiare" la mamma e pasticciare in cucina per sentirsi già grandi :-)
Io ho la seconda edizione, del 1971; ha la mia età, ma anche meno acciacchi di me... tutto sommato, sono stata fortunata, è stato conservato veramente molto molto bene ed io lo custodirò per sempre con la stessa cura :-)
Io vi consiglio di andare da Sabrine e leggere tutta la sua storia, da come ha cominciato la sua avventura con il manuale fino ad arrivare a come ha scoperto chi è Nonna Papera; devo dire che è una storia davvero appassionante e anche commovente.
Grazie, Sabrine, per aver fatto conoscere anche a me questo libro fantastico!

Prima di cominciare, vi riporto la prefazione che è a pagina 11, perchè la trovo molto carina.

TUTTO COMINCIO' NELLA NOTTE DEI TEMPI...
... e proprio la mattina in cui un'ape, forse un po' miope, punse l'Uomo scambiandolo per un fiordaliso! L'Uomo, non tollerando il soppruso, raggiunse il cavo dell'albero dove l'ape aveva il suo regno e v'infilò la mano per fare piazza pulita. No, non l'avesse mai fatto! Urlando per il dolore, fu costretto a battere in ritirata con la mano trafitta da mille pungiglioni. Istintivamente però, come per averne un po' di sollievo, si portò l'arto offeso alla bocca. Meraviglia! Quelle sue dita, gonfie come otri, erano dolci come il... miele! Sì, l'Uomo, mettendo le zampe su un favo, aveva scoperto il miele e gettato le basi della pasticceria.
Tratto da il "Manuale di Nonna Papera", Arnoldo Mondadori Editore, II edizione aprile 1971


Ingredienti:
◊  350 gr di farina
◊  250 gr di zucchero (io 200 gr)
◊  2 uova
◊  1 limone
◊  1 bicchiere di latte
◊  1 bicchiere di olio
◊  1 bustina di lievito
  un pizzico di sale


Versare in un recipiente lo zucchero e i tuorli e sbattere bene con un cucchiaio di legno. Aggiungere l'olio e lavorare ancora un po'. Incorporare la farina e il latte a poco a poco, in modo che non si faccia troppa fatica a mescolare, e la buccia del limone grattugiata. Unire infine, sempre mescolando, il succo di limone, il sale e il lievito. Montare a neve ben ferma gli albumi, unirli delicatamente al composto mescolando piano e versare il composto in una tortiera imburrata e infarinata. Cuocere nel forno già caldo a 140° per 45 minuti; io a 160°, ventilato, per circa 40 minuti. Fare la prova stecchino.

Le mie considerazioni:
- io ho fatto il procedimento come da ricetta, tutto a mano, ma vi consiglio di usare pure le fruste elettriche, vi renderanno il lavoro un po' più semplice;
- ovviamente ho rivestito lo stampo con carta da forno invece di imburrarlo e infarinarlo;
- la torta risulta morbida e "limonosa" al punto giusto;
- io l'ho cosparsa con una glassa preparata mescolando dello zucchero a velo con del succo di limone e guarnita poi con zuccherini colorati; secondo me, questa glassa ci sta veramente bene, esalta ancora di più il sapore base della torta! Per cui, ve lo consiglio vivamente ;-)


Visto che mi era piaciuta così tanto, soprattutto per la sua morbidezza, qualche giorno dopo ho preparato la stessa torta omettendo il limone, quindi al naturale (ho sostituito la parte liquida del succo di limone con un po' di latte), e devo dire che anche così mi ha soddisfatta. Però, se la volete preparare anche così, vi consiglio di tagliarla a metà e farcirla con marmellata o nutella... come potete vedere dalla foto, io l'ho spalmata con della marmellata di fragole ed ho fatto una colazione eccezionale!!!



Ricetta scaricabile dalla pagina dedicata ai pdf


Con questa ricetta, vorrei partecipare al contest di Ann di BperBiscotto, colazione da Zalando.


Per me l'eleganza sta nella semplicità; io mi reputo una persona semplice, non mi vesto mai con abiti ricercati e alla moda. Secondo me, si può essere eleganti anche con un paio di jeans e una camicetta bianca, magari con qualche pizzo o un bel ricamo, e una collana o un girocollo fine, non troppo vistosi, in linea con gli orecchini.... Certo, meglio non andare vestite così a una cerimonia, in quel caso ci vuole un'eleganza di tutt'altro genere, ma come ho già detto a me piace la semplicità, in tutti i sensi: nel vestire, nei rapporti con gli altri (il che vuol dire onestà e sincerità) e anche nelle ricette (come potete constatare qui, nel mio blog). Per questo vorrei partecipare a questo bel contest con questa ricetta, una torta semplice ma in fin dei conti gustosa, saporita! 

Spero di non avervi annoiati troppo con questo post lunghissimo, ora vi lascio e vi auguro una buona settimana.
Stefania.

6 commenti:

  1. che bella! alta e sofficissima! Poi a me le torte al limone mi piacciono un sacco!

    RispondiElimina
  2. Ciao Stefania, conosco bene questo libro perchè è stato in assoluto il mio primo ricettario di cucina!!
    Lì sono racchiuse tutte le ricette della mia adolescenza e, non appena ho letto il titolo della tua "Torta di Monna Lisa", in un attimo sono tornata indietro nel tempo, quando gli assaggiatori ufficiali dei miei pasticci erano i miei genitori.
    Conservo ancora molto gelosamente quel libro anche se ha le pagine unte e ingiallite e il dorso squinternato, perchè è stato e rimarrà nel mio cuore il mio primo maestro di cucina!!
    Grazie per aver fatto riffiorare questo bel ricordo e complimenti per la riuscita del dolce ... ti è venuto bellissimo!!
    Un bacione Carmen

    RispondiElimina
  3. Ho scoperto il tuo blog oggi: che carino:)
    Abbiamo iniziato praticamente insieme, passa a trovarmi se vuoi.
    A presto!
    :)

    RispondiElimina
  4. Dimenticavo: il dolce al limone lo provo sicuramente!!

    RispondiElimina
  5. Quel manuale è meraviglioso *_*
    Grazie per aver partecipato al concorso, ti aggiungo subito alla lista partecipanti :)

    RispondiElimina
  6. Cara Stefania,
    grazie di cuore per le bellissime parole scritte a proposito della mia avventura alla scoperta della "vera" Nonna Papera.
    Questo tuo post mi dimostra - se mai ce ne fosse bisogno - che un bel libro per bambini non ha età. E credo davvero che qui stia tutto il fascino del caro, vecchio Manuale di Nonna Papera.
    La tua torta finirà al più presto - di diritto - tra le ricette che hanno partecipato alla raccolta (che prima o poi diventerà un pdf).
    Mi scuso per il ritardo con il quale commento, ma sono fuori casa da tre settimane e il mio portatile fa le bizze...
    Un caro saluto e ancora grazie,

    Sabrine

    RispondiElimina

I COMMENTI ANONIMI, VOLGARI E MALEDUCATI NON VERRANNO PUBBLICATI !!
A causa di molti spam è attiva la moderazione dei commenti!
I commenti spam o con pubblicità di qualsiasi genere con link attivi e/o inattivi non verranno pubblicati!