martedì 13 novembre 2012

La cottura con la Arondo amc

Finalmente riesco a postarvi come cucinare con la bistecchiera Arondo della amc.
All'inizio avevo preparato solo spiedini e salsicce, ma poi man mano che preparavo altri piatti, ho portato avanti le spiegazioni per fare un bel post e mostrarvi i risultati di varie preparazioni.

La spiegazione dell'uso della Arondo la trovate nella mia pagina dedicata a amc, ma con questo post voglio spiegarvi meglio come si usa e i vantaggi di questa cottura.

Come ben sapete, con amc si cucina senza oli o grassi aggiunti, quindi si ottiene un'alimentazione molto più sana e, a ben guardare, anche dietetica.
Insieme al sistema Secuquick, posso dire che sono i due metodi che preferisco in assoluto per preparare pietanze saporite e salutari.

Ma come si usa la Arondo?
Con la bistecchiera Arondo non occorre aggiungere olio e il cibo non si attacca.
Bisogna scaldarla a 50° su fiamma media, calore forte e sempre costante.
Quando arriva in temperatura (sempre con l'aiuto dell'Audiotherm che avvisa acusticamente), mettere il cibo, coprire di nuovo e portare la temperatura a 90°.
Una volta che l'Audiotherm suona di nuovo, si può girare il cibo, coprire ancora con il coperchio e aspettare nuovamente che ritorni a 90°.
Ricordarsi che più il cibo asciutto, migliore è il risultato!
Come per tutte le unità amc, quando si mette il cibo può succedere che si attacchi, ma una volta che è rosolato o cotto, si staccherà da solo dall'unità; quindi, non spaventatevi se mettete la bistecca e questa si attacca subito alla bistecchiera, è perchè la bistecca è fredda, mentre la pentola è già bella calda!
Un ultima cosa: solo per i cibi particolarmente grassi (tipo il salame cotto o salsicce molto grasse) si parte a freddo, per tutti gli altri bisogna sempre scaldare l'unità.

Eccovi alcune pietanze che ho preparato nel corso di questi mesi (finalmente mi si svuota un pochino l'archivio!).

degli ottimi spiedini e salsicce:



dei gustosissimi hamburger:



o delle favolose braciole di maiale:



ed ecco la pizza; in questo caso, ho preferito prendere la base già pronta che si trova al supermercato (ogni tanto sono pigra, capita anche a voi?).
Se preparate voi la pasta per la pizza, vi verrà più alta e morbida, ve lo assicuro perchè l'ho fatta ancora con la mia base.
E' semplice da preparare: scaldare la Arondo fino a 50° e nel frattempo stendere la pasta. Una volta stesa, la si mette sulla Arondo, anche con un foglio di carta da forno sotto (è più comoda trasferirla poi su un tagliere e non si sporca la pentola se per caso cola un po' di sughetto), la si condisce come si preferisce, si abbassa il fuoco e si fa cucinare la pizza, sempre coperta con il coperchio, per 7 minuti se si tratta di pasta fresca. Avete, capito bene: solo 7 minuti! Per le altre "infornate", basta anche meno tempo per la cottura! Comunque, è sempre consigliabile tenerla d'occhio.
Attenzione: solo per i cibi lievitati si abbassa la fiamma (quindi anche per il pane), per tutte le altre pietanze no!
Nota: come per il dolce preparato con amc, anche la pizza rimane un po' pallidina; questo perchè il calore arriva dal basso e si diffonde nell'unità uniformemente, ma non "biscotta" come fa il forno tradizionale. Io consiglio di controllare la cottura sollevando leggermente la pasta e se è bella colorata, la pizza è pronta (comunque, si vede se è cotta sopra anche a occhio e tastando con un dito...)
In questo caso, ho fatto una semplicissima pizza con pomodoro, mozzarella, origano e prosciutto tagliato a dadini... da leccarsi i baffi!



poi le verdure, in questo caso melanzane:



una volta cotte, basta condirle con sale, pepe, olio o come più vi piace.
Nota: per grigliare i peperoni, è consigliato tagliarli a rondelle, non a falda, perchè è la buccia del peperone che rilascia il nero che va a sporcare la Arondo.

ed infine, vi presento le castagne:


Un consiglio: quando vedete che sono quasi cotte, bagnate leggermente il coperchio, così all'interno dell'unità si creerà la giusta umidità che ammorbidisce la buccia e vi permetterà poi si sbucciarle meglio; vi garantisco che funziona, la buccia non rimane attaccata! Però, mi raccomando, basta proprio un goccino piccolino.

Questa è una parte di quello che si può cucinare con Arondo; ad esempio, è favoloso il petto di pollo sia intero che a fettine! (se lo lasciate intero, poi va tagliato da cotto e condito con il sughetto che si forma nella pentola o con sale e olio); oppure, cosce e sovracosce di pollo, bistecche normali (attenzione, in questo caso ci mettono pochissimo a cucinarsi perchè sono sottili!) e poi condite con un buon olio d'oliva, le costicine... poi ho fatto anche toast, ma bisogna tenerli premuti con qualcosa di non troppo pesante... non ho mai provato il pesce, ma so che non occorre squamarlo...


Ok, sono arrivata alla fine; naturalmente, spero sempre di essere d'aiuto per usare al meglio questo fantastico metodo di cottura che è la amc!!!
Un abbraccio a tutti e...
alla prossima.
Stefania ^_^

18 commenti:

  1. che consiglio interessante. grazie. bel blog!
    Sara

    RispondiElimina
  2. Che meraviglia Stefy!!
    La batteria dei miei tempi non prevedeva questa sorta di bistecchiera!!!
    Stasera vengo a cena da te!!!
    Un bacione grande Carmen

    RispondiElimina
  3. @ Sara: grazie dei complimenti e di essere passata.

    @ Carmen: ok, ma solo se porti la tua ultima pie... ma anche no, basta stare insieme!
    un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Vedo che ti sei sbizzarrita con questa piastra! Passa da me c'è qualcosa per te da ritirare tesò!
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' facile sbizzarrirsi con amc... è un piacere cucinare, ma soprattutto gustare le pietanze che si preparano....

      Elimina
  5. guarda posso dirti una sola cosa, se io preparassi a casa mia quei spiedini,sarebbero gia finiti nell'immondizia. comunque io ho la bistecchiera arondo e devo dire che è una bella merda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. punti di vista, si vede che non hai imparato a cucinare con amc!!!!
      e cos'è? non hai avuto il coraggio di firmarti per dirmi che non ti sei trovato/a bene con la arondo????
      io rispetto il tuo parere, come spero rispetti il mio, di una CHE SA CUCINARE CON AMC!!!!!!!!!!!!!!
      un'altra domanda: se non sei capace di usare la arondo, perché sei venuto/a a vedere come si usa??????????
      grazie del commento, questo dimostra solo che se uno non si impegna, è bravo solo a criticare; spero solo che le altre persone NON prendano esempio da te....
      se sei aperto/a a un dialogo CIVILE o a qualche delucidazione, io sono sempre qui, ok?

      Elimina
    2. se non usi l aarondo vendila a me

      Elimina
    3. almeno metti il tuo nome...
      non si sa mai....

      Elimina
  6. Ciao molto utile i tuoi consiglio...scusa ho provato a fare le castagne ma non sono venute come le tue...erano praticamente lesse e non si sbucciavano..dove ho sbagliato??? Io sono partita a freddo e le ho cotte una 30 di minuti... Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Katia,
      secondo me non dovevi partire a freddo, la Arondo bisogna sempre scaldarla prima di mettere il cibo (le indicazione all'inizio post); stessa cosa per le castagne... poi, la prossima volta prova ad inumidire un pochino il coperchio poco prima che risultino cotte del tutto, l'umidità che si crea all'interno aiuta la buccia a staccarsi dalla castagna...
      se le riprovi, poi dimmi come ti sono venute, ti aspetto, ok?
      buona giornata. Stefania

      Elimina
  7. Ciao vorrei sapere sr con rondò si posso fare le patate rosolate ...grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, con la arondo le verdure vengono grigliate come una griglia o bistecchiera.

      Elimina
  8. Quindi pollo con le patate come nel forno non si possono fare .e con quale altra pentola amc si posso ottenere le patate rosolate ?

    RispondiElimina
  9. Scusa se non mi sono firmata.mi chiamo Silvia

    RispondiElimina
  10. ciao Silvia,
    il pollo con le patate puoi farlo o nella lasagnera o nell'unità ovale che hai più spazio...
    per mostrarti, la lasagnera è quell'unità ovale che puoi mettere in forno con il coperchio (ad alte temperature, svita il pomello!) ed io ci preparo, oltre la carne, anche il pasticcio:
    http://cremaepanna.blogspot.it/2012/10/le-crepes-con-amc.html
    in fondo al post ci sono le foto (se si capisce).
    con la lasagnera, dimezzi più o meno il tempo, mentre con l'unità ovale (quella per il pesce) la metti sul fuoco e puoi cucinare anche il pasticcio o lo strudel (quindi è come il forno).
    oppure, io ho anche l'arondissimo, che è una pentola quadrata come la arondo, ma con i bordi alti e il coperchio e lì ci puoi fare spezzatini con patate e quant'altro.

    RispondiElimina
  11. Ciao
    ho provato a fare sia le fettine di petto di pollo che zucchine + peperoni.
    E' venuto tutto lesso....
    eppure mi sembra di aver seguito tutte le indicazioni!! :(

    Franca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Franca,
      con la Arondo il cibo bisogna che sia ben asciutto, praticamente asciuttissimo: lo passi con lo scottex prima di inserirlo nell'unità di cottura.
      Poi, per il pollo ti consiglio, oltre ad asciugarlo, di fare come per una bistecca (quelle fini fini, per capirci): fai arrivare direttamente a 90°, metti la fettina di pollo, aspetti che ritorni a 90° (praticamente qualche secondo) e giri. Se invece parli di pollo un po' più spesso come il petto non tagliato, solito procedimento: a 50° carne, a 90° giri, quando è di nuovo a 90° è pronto.
      In tutti i casi, fiamma alta: se la abbassi, ottieni più facilmente l'effetto "lesso"!!
      Spero di essermi spiegata, in caso sono sempre qui.
      Ciao.

      Elimina

I COMMENTI ANONIMI, VOLGARI E MALEDUCATI NON VERRANNO PUBBLICATI !!
A causa di molti spam è attiva la moderazione dei commenti!
I commenti spam o con pubblicità di qualsiasi genere con link attivi e/o inattivi non verranno pubblicati!