lunedì 15 luglio 2013

Calabria, parte II

Mamma, quante lavatrici!!!
E quanta roba da stirare di conseguenza...!!!
Si sa, quando si va in vacanza si porta via un mucchio di vestiti, quelli per il mare, quelli per la sera e magari quelli di scorta, che se ti sporchi subito, appena cambiato (cosa molto frequente, con i bimbi!), almeno hai un paio di cambi in più e stai più tranquilla...
Per fortuna, ho finito di sistemare, ma non so se è peggio l'ansia da partenza con le classiche domande: ho dimenticato qualcosa, ovvero, c'è tutto quello che serve o che può servire? Ma quello l'ho caricato o no? Ma ho chiuso tutto in casa, gas, serrature, catenacci...?
Ma sì, partiamo! Al limite, lo compro là, no?
E tu te ne stai bella tranquilla, spapparanzata al sole, facendo finta di non pensare al lavoro che ti aspetta quando torni... ma lui è lì, che ti aspetta e ghigna sotto i baffi, bello contento all'idea di farti sudare quando stirerai una montagna e mezza di roba, neanche fossi ancora al mare a prendere il sole!!!

Ok, dopo questo sfogo da "casalinga" (se disperata, spetta a voi giudicarlo, io non mi ci sento!), eccovi altre foto della nostra vacanza.
Sono tratte dalla gita a Le Castella, un paesello davvero stupendo, la cui caratteristica è la presenza di un castello proprio sugli scogli. L'avevamo già visitato nel lontano '96, quando siamo stati a Catanzaro ancora da fidanzati, e ci tenevamo a mostrarlo anche ai bimbi.
Siamo arrivati intorno alle 11 e 30 del mattino e in un'ora lo abbiamo visitato, poi pranzo in un bar/paninoteca proprio vicino al mare e poi via, con bagno e tuffi nel mare vicino al castello.
Su Wikipedia potete trovare informazioni su Le Castella, oltre ad esserci una bellissima foto del castello per intero, mentre quiqui, qui e qui ci sono nozioni davvero interessanti sul castello e il borgo; vi consiglio di andare a darci un'occhiata.

Partiamo dal castello visto da fuori...


... e l'interno...
La torre vista da dentro.



 
 
il ponte levatoio (con Riccardo che mi aspetta...)


paesaggio vicino alla torre.

 






paesaggio al "primo livello".











quello che vedete in foto è mio marito che mi aspetta...
Infine, dalla cima della torre. Per arrivarci bisogna passare per una scala strettissima, con gli scalini piccoli, ma altissimi e ripidissimi: non vi dico la fatica per giungere sopra, ma una volta visto il panorama da lassù, capisci che ne vale la pena!!!
Il bello sta poi anche nel tornare giù...








l'entrata del castello.

 
 
castello e mare visti dal bar/paninoteca...

 
... finalmente in spiaggia!!!



 
 
Prima di andare via, ci siamo fatti un giretto nei negozietti caratteristici del paese dove ho trovato un mucchio di souvenir, per me e per amici e parenti...
Ogni negozio aveva sempre qualcosa di diverso rispetto agli altri e giuro, ho dovuto dire a mio marito di andare via di corsa, altrimenti avrei speso un capitale!!!

Ci hanno detto che qui, a Le Castella, c'è anche la possibilità di fare un giro turistico su un'imbarcazione che ha il fondo trasparente, per ammirare la flora e la fauna marine; poi, ti portano in una zona dove ci sono le tartarughe marine e lì puoi nuotarci insieme... e se sei fortunata e arrivano i delfini, si può nuotare anche con loro!
Ebbene, questo è un giro che ci siamo prefissati per l'anno prossimo, se avremo occasione di tornarci non ce lo faremo scappare!!!
Se passate dalle parti di Catanzaro, più precisamente nella provincia di Crotone, vi consiglio vivamente di visitare questo borgo e le sue meraviglie!!!

Nel prossimo post finisco con le foto delle vacanze, speravo di farlo con questo, ma ho così tante cose da farvi vedere che preferisco... "diluirle"!
Buon pomeriggio a tutti.
Stefania ^_^

9 commenti:

  1. Ah Le Castella, che posto da sogno! ci sono stata varie volte perché, coem ti dicevo, sono calabrese ma ormai rintanata nelle dolomiti! meravigliose le foto e bella vacanza...meno male che hai finisco di lavare tutto cara! A presto!
    ps. hai assaggiato qualcosa di buono in Calabria che ti è rimasto particolarmente impresso???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e anche di stirare....
      mia cognata è padovana in quanto sorella di mio marito ed ha cucinato "normale"; ha fatto un paio di cose calabresi, cioè il pane in carrozza (come le ha insegnato sua suocera) e la frittata con le patatine fritte (non mi ricordo il nome!). Poi ci siamo concessi un paio di pizze e quelle sì che ti rimangono impresse!!! per non parlare degli arancini!!! anni fa, abbiamo assaggiato anche il morzello, chiedendo se era piccante; il ristoratore ci aveva garantito che lo era poco poco, ma noi abbiamo preso fuoco!!! Non l'abbiamo più scordato....
      comunque, ci siamo portati su una 'nduja, un salame piccante e la provola, sia fresca che stagionata, buonissime!!!
      Bacio. Stefy

      Elimina
  2. beh dai uno sfogo super positivo no? e te lo dice una che non ci va da 3 anni in vacanza e pure quest'anno.... nisba :-(
    bellissime le foto, proprio belle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. noi non andavamo in ferie da ancora più tempo.....
      al limite, anche se non si va in ferie, a volte basta anche stare a casa a rilassarsi, senza far niente, giusto?

      Elimina
  3. che bellissimo post. grazie per averlo conidiviso con voi, mi hai fatto venire voglia e curiosità di andarci prima o poi ;)

    RispondiElimina
  4. CHe posti stupendi e che mare!!
    Ci credo che ancora non riesci a riambientarti!!
    Un bacio e buona settimana
    Carmen

    RispondiElimina
  5. Che bel post!!! la calabria non è lontana, magari quest'estate ci torno, mi hai fatto venir voglia!!!
    un abbraccio
    Sara

    RispondiElimina
  6. Non sono mai stata in Calabria e con i tuoi reportage mi hai fatto venire voglia di andarci

    RispondiElimina

I COMMENTI ANONIMI, VOLGARI E MALEDUCATI NON VERRANNO PUBBLICATI !!
A causa di molti spam è attiva la moderazione dei commenti!
I commenti spam o con pubblicità di qualsiasi genere con link attivi e/o inattivi non verranno pubblicati!