giovedì 5 dicembre 2013

Limoncello


Oggi vi voglio mostrare il limoncello che faccio io da anni.
Nel corso del tempo, mi sono segnata molte ricette, ma ho provato questa per prima e non l'ho più lasciata. Ora, non so dove l'ho presa, se qualcuno la riconosce, è pregato di dirmelo, così da rendere merito al proprietario.
Mio marito adora questo limoncello, anche se non è tanto alcolico... infatti, il risultato è un liquore non troppo forte, ma molto gradevole... insomma, un buon aiuto a fine di un pasto!!!
Inoltre, visto che si avvicinano le feste di Natale, può essere un bel regalo per amici e parenti, soprattutto se imbottigliato in bottiglie carine...
Comincio subito a spiegare la ricetta perché ho un mucchio di cose da dirvi...


Per prima cosa, si prepara l'essenza alcolica di limone, che è la base per fare il limoncello o la crema di limoncello.

Ingredienti per l'essenza alcolica di limone:
- 10 limoni non trattati
- 1 litro di alcol a 95°

Lavare bene i limoni, poi sbucciarli con un pelapatate per evitare di prendere anche la parte bianca e mettere le bucce tagliate a pezzi in infusione nell'alcol, in un vaso ermetico, per 2 giorni; il liquido assumerà un bellissimo colore giallo.
Questa volta, io le ho lasciate in infusione per 6 giorni; credo che non influenzi sul risultato finale, anzi!


Per il limoncello:
- 1 litro di essenza alcolica di limone
- 2 litri di acqua
- 1 kg di zucchero

Preparare lo sciroppo facendo bollire l'acqua con lo zucchero per almeno 15/20 minuti.
Attenzione: più si fa bollire l'acqua, più corpo avrà il liquore!!
Lasciare raffreddare del tutto lo sciroppo, poi unire l'essenza filtrandola dalle bucce.
Imbottigliare e mettere in frigo.
Il liquore ottenuto può essere consumato subito, non occorre lasciarlo riposare settimane o mesi!
Nota: è importante lasciare raffreddare del tutto lo sciroppo, altrimenti l'eventuale calore farà evaporare l'alcol dell'essenza!!


Quando mi sono decisa a preparare questo liquore, mi sono accorta troppo tardi di avere soltanto mezzo litro di alcol; quindi, con i limoni che rischiavano di andare marci perché li avevo comprati qualche giorno prima, ho adattato le dosi in base alla quantità di alcol, dimezzando il tutto. Con le dosi dimezzate, ho ottenuto le tre bottiglie che si vedono in foto!
Con il resto dei limoni ho preparato l'aroma al limone home made, mentre con il succo ho fatto scorta di limonata concentrata che io uso anche in inverno per il thè al limone...



Un tempo avrei buttato le bucce dopo aver usato l'essenza, ma stavolta ho fatto una piccola ricerca per evitarlo e riciclarle.
Ecco quello che ho scoperto e quello che ho preparato.
Da Coquinaria.it:
- frullare le scorze con un po' di liquore, si ottiene l'aroma per le torte;
- congelarle e usarle per le creme;
- scorze candite, da mangiare così o tagliuzzarle per metterle nell'impasto delle torte: sciogliere un po' di zucchero con un po' d'acqua, mettere le bucce e farle asciugare; ripetere 3 volte l'operazione, poi lasciarle asciugare definitivamente e conservare le bucce candite in un barattolo ermetico.
- preparare il limoncello secondo: preparare uno sciroppo facendo bollire acqua e zucchero (10 limoni = mezzo litro d'acqua e 250 gr di zucchero circa), poi versarlo ancora bollente sulle scorze, coprire e lasciare raffreddare del tutto. Quando il liquido è freddo, filtrarlo e imbottigliarlo; il liquore che se ne ricava è più chiaro e leggero, ma ugualmente gradevole, molto adatto per essere usato come bagna per torte senza star lì a preparare lo sciroppo d'acqua e poi diluire il limoncello: con questo secondo liquore, si può usare anche direttamente.

Io ho preparato il limoncello secondo:


Poi, non contenta, ho anche frullato molto bene le bucce con due cucchiai di zucchero e un po' di limoncello secondo, sempre come aroma per torte:


Lo zucchero e l'alcol (anche se qui è pochissimo) sono due conservanti naturali, ma ho messo lo stesso il barattolo in frigo.

Ora, qualche idea per utilizzare il succo dei limoni, oltre alla limonata concentrata.
Da Coquinaria (pag.3):
- sciroppo di limone: pesare il succo, mettere la stessa quantità di zucchero, portare quasi a bollore, lasciare raffreddare ed imbottigliare; conservare in freezer e all'occorrenza diluire a piacere nell'acqua, anche frizzante. Si ottiene una bibita dissetante.
Da Buttalapasta.it:
- mettere il succo negli stampi del ghiaccio e congelarlo; quando serve, basta scongelare un cubetto, il suo aroma resterà invariato;
- salarlo tantissimo e metterlo in una bottiglietta in frigo: ottimo condimento per l'insalata, si avrà insieme la nota acida e quella salata e il sale sarà distribuito uniformemente;
- gelatina di limoni, un'ottima conserva;
- limoni ubriachi, un piacevole digestivo.


Sono arrivata alla fine... non ho altro da dirvi o mostrarvi...
Spero che il mio limoncello vi piaccia, come pure i consigli che vi ho dato; vi ricordo che io ho provato solo quelli che vedete in foto, per le altre ricette non posso garantire la riuscita...
Alla prossima.
Stefania ^_^



Con questa ricetta vorrei partecipare al contest di Bricolage & ricette: Christmas contest 2013


e al contest di Love cooking: A Christmas gift

16 commenti:

  1. Anche noi la prepariamo più o meno nella stessa maniera ed è ottimo. Quest' anno ancora non l'ho fatto, pero ci sono ancora nel tempo !!! Grazie per tutti gli altri consigli e buona giornata !!! :)

    RispondiElimina
  2. Ciao!
    Abbiamo trasferito il nostro blog, ti va di seguire con GFC anche il nuovo? Ovviamente ricambiamo!
    www.sevacolazione.blogspot.it
    S&V

    RispondiElimina
  3. Come al solito il limone la fa da padrone nel tuo blog eh? Veramente un liquorino niente male e dei consigli utili, grazie di cuore!

    RispondiElimina
  4. Non solo un bel regalo, ma anche un ottimo digestivo proprio in vista dei bei pranzi natalizi :)
    Grazie per i consigli su come riutilizzare le scorze. sempre utilissimo da sapere.
    Ciao Leo

    RispondiElimina
  5. Ottimo questo limoncello. Di ricette ne ho diverse anch'io anche una al mandarino e si differenziano un pò ora prendo nota anche della tua la maestra nel farli è mia figlia. Buona serata
    PS.
    Sei forse l'unica che ha due parole da scrivere per poter pubblicare e se una si legge l'altra è difficile e non sempre s'intiva al primo colpo. Quasi tutte noi l'abbiamo tolto magari mettendo la mediazione potresti farlo anche tu forse...scusa se mi sono permessa di chiedere.

    RispondiElimina
  6. grazie a voi, ragazze e ragazzo!
    @ Edvige: ho visto da un'altra ragazza che anche da lei ci sono due parole da scrivere, forse dipende da blogger o quello che genera il codice, non so... per adesso, preferisco tenerlo, se vuoi delucidazioni, trovi il perché qui:
    http://cremaepanna.blogspot.com/2013/10/di-visite-di-link-di-parassiti-come.html
    comunque, grazie del suggerimento, magari prima o poi lo tolgo 'sto codice....

    un abbraccio a tutti.
    Stefania

    RispondiElimina
  7. Qualche volta l'ho fatto anch'io, il mio è molto alcolico, proverò la tua ricetta. Grazie per averlo incluso nel nostro Christmas Contest

    RispondiElimina
  8. Complimenti Stefy ^_^ Questo è il digestivo x eccellenza e dopo il pranzo di natale non può certo mancare ^_* l'idea di utilizzare le scorse x preparare l'aroma x dolci è eccezionale..complimenti, 6 sempre una fonte inesauribile di idee!
    Un bacio e buona serata <3
    la zia Consu

    RispondiElimina
  9. Anche mia mamma lo prepara spesso, io sono astemia, ma ha un profumo buonissimo!!!! Lo inserisco subito! Un bacione!

    RispondiElimina
  10. Ma lo sai che non l'ho mai fatto?
    Mi hai fatto venire voglia di provare!!
    Un abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  11. Ciao Stefania, io preparo sia la crema al limoncello (che adoro) che il limoncello, trovo siano ottimi digestivi dopo un pasto più abbondante del solito..quindi perfetti da consumare durante pranzi e cenoni legati alle festività natalizie....la tua è un'ottima ricetta hai fatto benissimo a tenere le bucce in infusione 6 giorni (pensa che io le tengo 8 giorni e 8 notti), in questo modo l'aroma del limone si sente ancora di più:)
    grazie mille per gli utilissimi consigli sul come utilizzare le bucce di limone avanzate, ne terrò sicuramente conto:)
    un bacione!!!
    Rosy

    RispondiElimina
  12. grazie a tutti.
    il prossimo che voglio preparare sarà la crema di limoncello....
    un abbraccio e buona serata a tutti.

    RispondiElimina
  13. Grazie per i preziosi consigli, davvero utili, io le bucce del limone le tengo in infusione 10 giorni a o anche più

    RispondiElimina
  14. Ciao, mi sono unita ai tuoi lettori.
    Ti andrebbe di partecipare al mio primo contest? In regalo una campionatura di farine Molini Pizzuti.
    http://lacambusadidalila.blogspot.it/2013/11/normal-0-14-false-false-false-it-x-none.html

    Ti aspetto
    Dalila

    RispondiElimina
  15. Io non l'ho mai preparato, complimenti per le belle spiegazioni :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, Giovanna.
      buona giornata.
      Stefy

      Elimina

I COMMENTI ANONIMI, VOLGARI E MALEDUCATI NON VERRANNO PUBBLICATI !!
A causa di molti spam è attiva la moderazione dei commenti!
I commenti spam o con pubblicità di qualsiasi genere con link attivi e/o inattivi non verranno pubblicati!