giovedì 28 febbraio 2013

American cookies


Potevo non preparare dei biscotti? Certo che no!!
E potevano essere i suddetti biscotti con la forma? Di nuovo, no!!
Ed allora, via a preparare dei semplici cookies!!!
Semplici nel procedimento, semplici negli ingredienti e... semplici da gustare, perchè uno tira l'altro!!!
La ricetta l'ho presa qui, da Azzurra: appena me l'ha presentata per il mio contest l'ho subito segnata e finalmente ve la propongo! Se andate a sbirciare da lei, vedrete che ha preparato l'impasto usando il Bimby, ma siccome io non ce l'ho, ho adattato il procedimento che è veramente facile e veloce...
Il risultato? Dei buonissimi biscotti da presentare ai propri bimbi come merenda o, volendo, anche a colazione con una bella tazza di latte!!!
Naturalmente, non posso dirvi quanto durano perchè, come tutti i biscotti, in casa mia sono spariti in due giorni, non di più!!!
Che aspettate? Andate subito ad impastare ed infornare... così la colazione per domani mattina è assicurata e, se avanza qualche biscotto, anche la merenda...

Anche in questo caso mi sento di fare una precisazione, come per i Baci di dama di Lucia
anche se la ricetta partecipa al mio contest Biscotti senza forma, ho deciso di postarla lo stesso perchè l'assegnazione dei premi avverrà tramite il sito random.org, quindi il mio giudizio sulla ricetta è ininfluente... possiamo dire che sto continuando ad attingere alla lista delle delizie che mi state proponendo ;-D


Ingredienti:
- 200 gr di farina
- 100 gr di zucchero
- 60 gr di zucchero di canna
- 10 gr di lievito
- 90 gr di burro morbido
- 1 uovo
- 150 gr di gocce di cioccolato fondente



Versare in una terrina gli ingredienti solidi, cioè farina, i due tipi di zucchero e il lievito; mescolarli tra di loro, poi aggiungere il burro sciolto precedentemente e l'uovo. Impastare per far amalgamare gli ingredienti, poi unire le gocce di cioccolato e mescolare ancora per farle incorporare. Formare, con le mani, delle palline di impasto, posizionarle sulla teglia coperta con carta da forno, distanziandole bene perchè in cottura si allargano, e cuocere a 180° per circa 10 minuti.
Conservare i cookies in una scatola di latta.




A noi sono piaciuti parecchio, e per questo ringrazio ancora Azzurra per averci regalato questa ricettina da rifare sicuramente!
Auguro a tutti una buona serata e...
alla prossima.
Stefania ^_^


Ricetta scaricabile dalla pagina dedicata ai pdf



Con questa ricetta vorrei partecipare al contest di Vale: Copia? Sì, grazie!


e al contest di Mimma: Me lo porto in ufficio



Inoltre, vorrei ricordarvi che mancano pochissime ore alla fine del mio contest: AFFRETTATEVI, VI STO ASPETTANDO!!!


lunedì 25 febbraio 2013

Ricetta via mail: pasta di mandorle di Imma

Vi presento la ricetta di Imma Chiatto per il mio contest "Biscotti senza forma" che mi ha spedito tramite mail.
Grazie, Imma.

Pasta di mandorle
di Imma Chiatto

Ingredienti:
- 400 gr di mandorle pelate
- 360 gr di zucchero
- 2 albumi d'uovo
- 1 fialetta di aroma di vaniglia
- 1/2 fialetta di aroma di mandorla

Procedimento:
in un mixer polverizzare lo zucchero, poi aggiungere le mandorle e tritarle riducendole in farina . Mischiare poi allo zucchero e mandorle gli albumi e gli aromi e amalgamare il tutto. Ne risulterà un composto appiccicoso, è normale non preoccupatevi. 
Ricoprire una teglia con carta da forno, con le mani formare delle palline d'impasto poco più grandi di una noce, distanziatele un po'. Poi schiacciare ogni pallina con due dita e con un coltello praticare 5 tagli e porre al centro le mandorle intere. 
Ho sperimentato questo sistema perché l'impasto era troppo duro nella sac a poche e sinceramente mi piacciono molto di più così, con l'aspetto più casalingo ma con il sapore da pasticceria. 
Fare poi riposare i dolcetti così creati almeno un paio d'ore per essere sicuri che mantengano la forma desiderata, poi porre in forno già caldo a 180 gradi per 14 minuti (dipende dal forno), si devono appena dorare per risultare belli morbidi all'interno.


E con questo vi ricordo che il mio contest è quasi al termine, affrettatevi!!!



Inoltre, vorrei ringraziare Silvia del blog Tra fornelli e pennelli e Gwendy del blog Le mie ricette collaudate per avermi assegnato questo bel premio:


siccome l'ho già ricevuto, vi rimando al post del premio per conoscere le 7 cose di me e lo rigiro a chi passa di qui e vuole prenderlo.
Grazie mille per aver pensato a me, ragazze!!!

domenica 24 febbraio 2013

Tortino al cioccolato dal cuore morbido


Quest'oggi vi propongo quello che per me significa molte cose: un tortino al cioccolato dal cuore morbido, che si scioglie in bocca e ti porta direttamente in Paradiso...
Per me, questo dolcetto può chiudere in bellezza una fantastica cenetta romantica, magari a lume di candela... tu e il tuo lui che vi guardate teneramente negli occhi ed assaporate insieme il piacere del cuore morbido di cioccolato...
E' un ottimo rimedio contro stress e ansia, la giusta dose per tirarsi su e sentirsi meglio... specie se trovi un cuore talmente morbido che appena lo vedi fuoriuscire dal suo involucro già lo gusti con gli occhi e non vedi l'ora di assaporarlo di lì a pochi secondi...
Lo vedrei molto bene anche servito in un bel tea room; immaginate di fermarvi un attimo dalla corsa frenetica della vita, fare una piccola sosta in un elegante locale nel centro della vostra città, piccolo ma accogliente e confortante... ordinare questo tortino, magari accompagnato da una bella tisana a base di frutti rossi... e assaporare un momento di libertà, di rilassamento, di distacco da tutto e tutti, sognare di stare al calduccio sotto una coperta assaporando questa delizia con la vostra bella tazza di tisana accanto...

Ecco, per me questo tortino rappresenta la raffinatezza di un fine pasto, magari con il tuo amato accanto, oppure un caldo rifugio dove trovare conforto per alzare l'umore o lenire pene d'amore, o anche semplicemente per prendersi una pausa e ripartire rinvigoriti...

  
La ricetta l'ho trovata qui tantissimo tempo fa, è stata la prima ricetta di tortino dal cuore morbido che ho provato e non l'ho più lasciata... vi garantisco che se la provate, anche voi non ne potrete più fare a meno!!!
Ve la riporto così com'è, perchè è semplicemente perfetta!

Ingredienti:
- 130 gr di cioccolato fondente amaro
- 25 gr di farina (io preferisco la maizena, perchè addensa meglio e si cuoce prima)
- 2 uova intere + 2 tuorli (per me, vanno bene anche 3 intere)
- 100 gr di burro
- 50 gr di zucchero
- burro per ungere gli stampini
- cacao in polvere per "infarinare"

Per guarnire, a piacere:
- panna montata e lamponi
oppure
- crema inglese, lamponi e ribes
oppure
gelato al latte o alla vaniglia
oppure
- una salsa al cioccolato bianco preparata sciogliendolo nella panna liquida


Sciogliere a bagnomaria il cioccolato con il burro.
Nel frattempo, sbattere velocemente, con una frusta a mano, le uova con lo zucchero, facendo attenzione a non incorporare troppa aria. Mentre il cioccolato si scioglie, preparare gli stampini imburrandoli e infarinandoli con il cacao amaro.
Una volta che il cioccolato è fuso, amalgamarlo a filo al composto di uova, mescolando continuamente, poi aggiungere la farina (o la maizena) setacciandola.
Riempire gli stampini per ¾ ed infornarli a 180° per circa 10 minuti (dipende dal forno).

Attenzione: per capire quando i tortini sono pronti, basta guardarli: appena si vede che crescono nei lati e rimangono “infossati” nel centro (vedi foto), si possono già sfornare.


Sformarli subito (altrimenti continuano a cuocere e il cuore si solidifica!) e servire i tortini accompagnati da crema inglese tiepida e frutti rossi al naturale, oppure come suggerisce la fantasia (con panna montata, spuma al cioccolato bianco, ecc.).

La mia guarnizione preferita è stata con il gelato al latte: il contrasto tra il caldo del tortino e il freddo del gelato è una cosa fenomenale!!!!!

Note personali e/o consigli:
- come stampini, vanno benissimo quelli usa e getta della Cuki.
 per testare il proprio forno per questa ricetta, provare a cucinarne uno e prendere il tempo di cottura.
- io ho voluto ottenere un bel cuore morbido, ma volendo si possono cucinare un pochino di più di così ed ottenere un cuore un po' più piccolo rispetto a quello in foto; come ho già detto, l'importante è che non sia cotto del tutto o vi ritrovate con un bel muffin morbido!!!
- questi tortini non contengono lievito! Anzi, riescono meglio se si incorpora meno aria possibile, cioè si sbattono le uova giusto per amalgamarle con lo zucchero.
- la farina non deve essere di più, anzi può essere qualcosina di meno.
- con queste dosi ne devono uscire almeno 6, se non di più!
 questo dolce va mangiato caldo, appena sfornato, altrimenti il cuore morbido si addensa e diventa tipo muffin!
- oppure, si possono congelare da crudi e poi passarli direttamente dal freezer al forno, stando attenti alla cottura che ovviamente dovrà durare 1 o 2 minuti in più. 
Io ho sempre una bella scorta in freezer, in caso di ospiti improvvisi in un quarto d'ora hai un piccolo dessert da offrire... e fai un'ottima figura!


Ho letto in internet, da qualche parte, che a qualcuno non piace questi dolcetti perchè dice che in pratica il cuore morbido contiene le uova crude; io non sono di questa opinione perchè, sebbene il dolcetto all'interno sia ancora leggermente crudo (altrimenti non avrebbe il cuore morbido!), è comunque bello bollente, quindi vuol dire che le uova sono state cotte lo stesso!

E con questa coccola vi auguro buona domenica.
Alla prossima.
Stefania ^_^


Ricetta scaricabile dalla pagina dedicata ai pdf


Per tutti i motivi che ho descritto prima, vorrei partecipare ai seguenti contest:
- a quello del Molino Chiavazza: Happy Valentine


- al contest di Valy: Cake therapy


- e al contest di Alessia: My sweet little place


giovedì 21 febbraio 2013

Pink velvet cake


All'inizio doveva essere la famosissima RED velvet cake... ma mi è uscita ROSA!!!
Non so perchè, ma mi sono ritrovata con una bellissima torta rosa-quasi-fucsia invece di rossa... c'ho pensato su parecchio e l'unica conclusione alla quale sono arrivata è perchè forse (e dico forse) il colorante che ho usato era aperto da un bel po'!
Non immaginavo minimamente che il colorante liquido potesse perdere le sue proprietà "non colorando", ma chissà se è veramente colpa sua...
Tornando alla torta, l'ho preparata per festeggiare San Valentino; infatti, ho pensato alla Red velvet cake perchè, essendo rossa all'interno, mi sembrava la più adatta a rappresentare l'amore che si festeggia in questo giorno... ma anche rosa ha reso l'idea...
L'anno scorso vi avevo detto che non sono avezza alle smancerie, ma quest'anno volevo festeggiare anche un'altra ricorrenza: oggi è il primo compleanno di Crema e panna!!!
Per questo ho aspettato a postare questa tortina, per festeggiare con voi anche questa data per me importante; caspita, è già passato un anno da che ho aperto questo blog e le soddisfazioni sono veramente tante: più di 64.000 visite, 162 followers e tanti tanti commenti di gente che mi manifesta l'apprezzamento per quello che preparo, oltre a tante amiche conosciute qui, sul web, e alle quali non rinuncerei mai!
Quindi, grazie veramente di cuore a tutti, voi mi spronate sempre di più ad andare avanti, a migliorarmi, siete voi la vera anima di questo blog...
Ma per ringraziarvi degnamente dovete aspettare la fine del mio contest perchè ci saranno dei regali per voi...

Tornando a San Valentino, oltre alla torta ho preparato anche una cenetta favolosa (urca, che modesta!) ed essendoci anche i nostri bambini, è stata proprio l'occasione per festeggiare l'amore in tutte le sue versioni!
Il menù è semplice, ma come sempre gustoso, perchè come già sapete da un pezzo, cucinando con amc si gustano piatti sani e saporiti.
Come primo ho preparato il mio mitico pasticcio: la sfoglia di una nota marca che non ha bisogno di cottura (è veramente eccezionale, non occorre lessare niente, basta metterla tra uno strato e l'altro ed è fine come piace a me), intervallata con il mio ragù (preparato senza aggiunta di olio o grassi!) e con una besciamella light perchè fatta sempre senza burro (come mi ha insegnato la mia amica a un suo corso di cucina amc). A proposito della besciamella, ho trovato il sistema di cucinarla al microonde, quindi risparmiando tempo e fatica (avevo già accennato qui che volevo studiare la cosa...), mi devo solo decidere a postarla per tutti quelli che amano questo elettrodomestico e non sanno farne a meno...
Per secondo, delle belle cosce di pollo, con sovracosce, cucinate con la Arondo amc: anche qui senza aggiunta di olio, solo un po' di sale e pepe per dare gusto, e vai con un bel secondo di carne sano, leggero e buonissimo!!!
Per finire, arriviamo alla torta... avevo paura che non ci fosse più posto per lei, invece è stata pappata con tutti i gusti!!! Io ho preparato le basi e la crema la mattina, mettendo quest'ultima in frigo affinchè si raffreddasse e rimanesse bella soda, poi l'ho farcita e fotografata di pomeriggio... il tempo di preparare anche tutto il resto (ragù e besciamella li ho fatti il giorno prima) ed ecco servita la cenetta di San Valentino :-*


Io mi sono basata su questa ricetta di Laura che non prevede l'uso di cacao nell'impasto, perchè volevo una torta bella rossa, che potesse rappresentare al meglio l'amore che si festeggia a San Valentino. Vi riporto la sua ricetta, che poi ho visto si trova in rete ovunque, e metto tra parentesi le mie modifiche.

Ingredienti per due stampi da 20 cm:
~ 250 gr di farina (io, 180 farina e 70 maizena)
~ 1/2 cucchiaino di sale
~ 250 ml di latticello (oppure, come ho fatto io: 125 ml di yogurt bianco e 125 ml di latte + qualche goccia di succo di limone)

~ 2 cucchiai di colorante alimentare rosso (io, 3 di quello liquido)
~ 110 gr di burro
~ 300 gr di zucchero
~ 3 uova
~ 1 cucchiaio di lievito vanigliato (io, normale)
~ 2 cucchiaini di aceto bianco (io, 1 cucchiaio)

Per la farcia e la copertura:
~ 250 gr di Philadelphia
~ 250 gr di mascarpone
~ 115 gr di zucchero a velo vanigliato (io, tutta la busta, 125 gr)
~ 350 ml di panna da montare
~ zuccherini a forma di cuore per decorare



In una ciotola, setacciare la farina insieme ad un pizzico di sale e mettere da parte.
In un'altra ciotolina, mescolare il latte con lo yogurt, il colorante alimentare e qualche goccia di limone e mettere anche questo da parte.
In una ciotola più grande, lavorare il burro morbido a tocchetti con lo zucchero fino a renderlo leggero e spumoso; aggiungere le uova, una alla volta, facendo amalgamare bene l'una prima di aggiungere l'altra e mescolare fino ad ottenere una crema liscia e omogenea.
Incorporare alla crema di burro, alternandoli, la farina e il latticello rosso.
In una tazzina, unire l'aceto e il lievito, lasciare che la miscela frizzi e poi unirla rapidamente all'impasto, lavorandolo velocemente. Dividere l'impasto tra le due tortiere, livellarlo e passare in forno già caldo a 180° per circa 25-30 minuti, o fino a quando uno stecchino inserito al centro ne esca pulito.
Fare intiepidire i dolci, quindi passarli su una gratella e farli raffreddare completamente.
Io ho tenuto un pochino di impasto da parte e cucinato dopo le due torte, spalmato sulla placca del forno coperta con carta da forno, e mi è servito per ritagliare i cuoricini per decorare la torta.


Preparare la farcia: in una terrina lavorare i formaggi insieme allo zucchero a velo fino ad ottenere una crema liscia. Quindi, incorporare la panna montata precedentemente e mescolare delicatamente fino a quando la glassa sarà liscia e omogenea.

Tagliare orizzontalmente ogni torta a metà; mettere una base su un piatto da portata, stendere una bella dose di farcia e procedere così fino ad esaurire i dolci. Completare spalmando la crema su tutta la superficie, sopra e intorno al dolce.
Con un tagliabiscotti a forma di cuore intagliare tanti cuoricini dalla pasta cotta a parte e decorare la torta con questi cuori e cuoricini rossi di zucchero.



Che ne dite, è abbastanza romantica?
I miei uomini, quando l'hanno vista, sono rimasti a bocca aperta ;-D





Ok, ora vi saluto augurandovi una buona giornata e...
alla prossima.
Stefania ^_^



Con questa tortina vorrei partecipare al contest del Molino Chiavazza: Happy Valentine



... al contest di Vale: Copia? Sì, grazie!


... al contest di Lina: The best dinner ever




e al contest di Un dolce al giorno: Dolci bastardi


lunedì 18 febbraio 2013

Crostata con crema magica al limone e frolla all'olio


Ricordate la Crema magica di Giulia che vi ho presentato poco tempo fa?
Ebbene, come dicevo nelle note, Giulia ci prepara una crostata ed io ho seguito i suoi consigli... ne è uscita una crostatina veramente eccezionale, limonosa all'ennesima potenza, ma estremamente goduriosa! E' veramente semplicissima e il risultato soddisferà tutti gli amanti del limone, come la sottoscritta!!!
Per la frolla, invece, volevo stare sul light e così mi sono affidata a Mysia con la sua frolla all'olio; devo dire che è stata veramente una scoperta, mi sono letteralmente innamorata di questa frolla, veloce da preparare, elastica e facilmente lavorabile (come dice Mysia) e anche secondo me è molto adatta per la preparazione di crostate!
Inutile dire che anche questa crostata è sparita in pochissimo tempo, d'altronde ho tre avvoltoi in casa che non aspettano altro... e per fortuna, me la cavo in cucina!

Ingredienti:
per la frolla:
◊ 300 gr di farina
◊ 100 gr di zucchero
◊ 1 uovo + 1 tuorlo
◊ 100 ml di olio (io, di semi)
◊ 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata
◊ 1 cucchiaino di lievito per dolci

per la crema:
500 ml di acqua
 il succo di 2 limoni e la scorza intera di 1
 50 gr di farina (o maizena)
 1 uovo
 180 gr di zucchero




Preparare la frolla: in una ciotola ampia disporre la farina e mettere al centro le uova, lo zucchero, la buccia di limone, il lievito e l'olio. Iniziare ad impastare al centro facendo assorbire man mano tutta la farina, poi trasferire l'impasto su una spianatoia e lavorare la frolla fino ad ottenere un panetto omogeneo. Avvolgerlo nella pellicola e lasciarlo riposare in frigo per almeno 30 minuti (o finchè si preparara la crema e questa si raffredda!).

Preparare la crema: mettere in una pentola l'acqua, il succo dei limoni filtrato e la scorza e portare ad ebollizione. Nel frattempo sbattere l'uovo con lo zucchero, poi unire la farina e mescolare bene fino ad ottenere un composto senza grumi. Una volta che l'acqua sarà arrivata ad ebollizione, eliminare la scorza di limone e versare il liquido sul composto di zucchero, uovo e farina. Rimettere il tutto sul fuoco e fare addensare a fuoco lento, mescolando in continuazione. Quando la crema sarà pronta, versarla in una ciotola (non di plastica), coprirla con la pellicola e farla raffreddare.

Stendere la frolla, dividerla in due parti, di cui una più grande e con questa rivestire uno stampo per crostata, poi versare la crema nel guscio; con il resto della frolla, decorare la superficie a piacere, in questo caso ho fatto tante stelline.
Infornare a 180° per circa 40 minuti o finchè la frolla diventa dorata.
Quando la crostata è fredda, metterla in frigo prima di tagliarla a fette e servirla; conservarla sempre in frigo!

Note personali:
- io non ho messo tutta la crema nel guscio di frolla, ne ho tenuta da parte un pochina anche se lo stampo era grande, e la crema, in cottura, ha trasbordato lo stesso; quindi, vi consiglio di non metterla tutta, soprattutto se usate uno stampo piccolo!
Lo stampo che ho usato io è questo qui e misura 28 cm di diametro.
- il resto della crema potete papparvela a cucchiaiate o servirla in coppette con frutta fresca o sciroppata, o come vi suggerisce la fantasia... o la dispensa...
- io mi sono dimenticata di mettere la crostata in frigo una volta fredda, e questo si può notare dalla prima foto della fetta perchè si vede benissimo che la crema colava da tutte le parti. Ma una volta messa in frigo, questo non succede, come si può evincere da questa foto:

In questo caso, l'ho servita con una composta di fragole, esattamente come questa che trovate qui; ancora più goduriosa...!!!


E con questo vi saluto augurandovi un buon inizio settimana e...
alla prossima.
Stefania ^_^


Ricetta scaricabile dalla pagina dedicata ai pdf



Con questa ricetta vorrei partecipare al contest di Serena: I dolci senza latte




Vorrei anche ricordarvi che mancano 10 giorni alla fine del mio contest, dedicato ai biscotti preparati senza l'uso di formine:

qui trovate il regolamento.

venerdì 15 febbraio 2013

Torta di mele light con succo d'arancia


Ed eccomi con un'altra torta di mele... io adoro le mele nei dolci, anche se ultimamente le ho riscoperte... nei risotti!! E sì, mi piace aggiungere una mela tra gli ingredienti di un risotto perchè conferisce un che di lievemente dolce ma non ha un gusto "invasivo"!
Vabbè, ritornando a questa tortina, l'ho copiata pari pari da Serena, una ragazza che cucina dolci e non solo senza il latte e i suoi derivati, quindi ricette adatte agli intolleranti al lattosio... io vi consiglio di andare a visitare il suo blog, troverete ricette sfiziose e gustose, ma light, adatte anche a chi è a dieta o vuole semplicemente mangiare sano...
La torta in questione l'ho preparata la mattina e dopo pranzo ne è rimasta veramente pochissima: io e i bimbi ce la siamo pappata con tutti i gusti, è troppo buona e leggera, non ti accorgi proprio che tagli un'altra fetta, e poi un'altra...
Per le foto, invece, vi devo chiedere scusa, perchè le ho fatte all'esterno pensando che la luce naturale sia migliore... ed invece, anche in inverno, non rende!!! Acc...
Figuratevi che, oltre al freddo pungente, avevo i due avvoltoi che mi seguivano fuori e dentro casa in attesa del dolcetto, quindi le ho pure fatte di fretta...
Ok, vi riporto la ricetta di Serena, io ho solo modificato la superficie del dolce decorandola con una mela anzichè di spolverarla con lo zucchero di canna ed ho messo una bustina intera di lievito invece di metà... ma eccovi la sua ricetta con le mie modifiche tra parentesi.

Ingredienti:
- 1 uovo
- 500 gr di mele (+ 1 mela per decorare la superficie)
- 90 gr di zucchero di canna (+ quello per spolverare la superficie o la mela; io non l'ho messo)
- 150 gr di farina
- 1/2 bicchiere di plastica di succo d'arancia (150-200 ml)
- 1/2 bustina di lievito per dolci (io, 1 intera)

Sbucciare e tagliare le mele a pezzettini (tranne quella per la superficie) e mettere da parte. Preriscaldare il forno a 180°.
Con lo sbattitore, lavorare l'uovo con lo zucchero, poi aggiungere il succo d'arancia, la farina e il lievito setacciato, continuando a sbattere, fino ad ottenere un composto leggermente denso e profumato. Incorporare le mele a pezzetti e versare il tutto nello stampo (imburrato e infarinato o in silicone o, come faccio io di solito, coperto con carta da forno strizzata).
A questo punto, scegliere come si vuole la superficie: si può spolverarla semplicemente con altro zucchero di canna o tagliare la mela a fettine e decorarla, magari spolverando la mela con lo zucchero...
Infornare per circa 30 minuti; lasciare raffreddare completamente prima di servire.

Nota: Serena consiglia di usare uno stampo da 20 cm, io ho usato il mio solito stampo da 24 cm; ovviamente, così è venuta un pochino più bassa...


Prossimamente su questi schermi: il dolcetto per S.Valentino...
E con il mio consiglio personale di preparare anche voi questa torta, vi saluto augurandovi un felice week end e...
alla prossima.
Stefania ^_^


Ricetta scaricabile dalla pagina dedicata ai pdf



Con questa ricetta vorrei partecipare al contest di Valy: Cake therapy
perchè una torta di mele è sempre una terapia contro lo stress e mette di buon umore!


... e al contest di Mimma: Me lo porto in ufficio


... e ai contest di Vale: Copia? Sì, grazie!

e Dolci agrumati

Inoltre, vorrei partecipare al Giveaway di La cucina di Any, facendole i miei migliori auguri per il suo primo anno di blog