domenica 28 aprile 2013

Focaccia genovese in crosta

 
La settimana scorsa la mia amica mi ha chiesto di prepararle i miei cannoli alla crema per la festa di compleanno di sua mamma; li avevo già preparati per l'ultimo dell'anno, nella festa che organizza sempre lei con gli amici, sua mamma e suo figlio, ed hanno avuto un successo strepitoso. Così, li ha voluti anche per quella di compleanno, riferendomi poi che sono stati graditi da tutti...
Nella previsione di prepararne una quantità enorme, ho fatto scorta di pasta sfoglia, ma me ne sono avanzati due rotoli... uno l'ho usato per uno strudel con ingredienti che si trovano adesso e che vi presenterò molto presto, per l'altro rotolo volevo cambiare... così, sempre con la scusa del contest del Molino Chiavazza, ho pensato bene di personalizzare un altro tipo di focaccia, quella genovese!
(la ricetta l'ho presa da qui, diminuendo la quantità di acqua)
Focaccia come base, spinaci, formaggi e wurstel sulla superficie e il tutto ricoperto con uno strato di pasta sfoglia... è uscita una focaccia golosa, soffice e croccante insieme e, perchè no, anche salutare visto che contiene la verdura!
Io la vedrei bene anche con altri tipi di verdure di stagione, come zucchine o peperoni, poi basta metterci un po' di fantasia e la vostra cena è servita!
Che ne dite, vi va di dare un'occhiata a qualcosa di alternativo per i vostri cari?

Ingredienti:
per la focaccia:
~ 250 ml di acqua
~ 15 gr di lievito di birra fresco
~ 15 gr di sale
~ 10 gr di zucchero
~ 500 gr di farina Manitoba

per il ripieno e la crosta:
~ 500 gr di spinaci (io ho usato quelli surgelati, circa 10 cubi)
~ ricotta
~ gorgonzola piccante
~ wurstel (io ho usato quello con il formaggio dentro)
~ 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare già pronta


Preparare la focaccia: fare sciogliere il lievito di birra con lo zucchero in 100 ml di acqua calda (presi dai 250 ml totali). Setacciare la farina in una ciotola ed aggiungere l'acqua con il lievito e il sale ed impastare con una forchetta, aggiungendo man mano il resto dell'acqua calda. Trasferire sul piano da lavoro e finire di impastare con le mani; se necessario, unire altra farina o acqua, fino ad ottenere un impasto liscio, omogeneo e non appiccicoso. Formare una palla, metterla nella ciotola e lasciarla lievitare per 2 ore.

Nel frattempo, lessare gli spinaci in abbondante acqua salata, poi spadellarli in una teglia con aromi a piacere (aglio, cipolla...) e lasciarli raffreddare completamente.
Trascorso il tempo, stendere l'impasto sulla teglia del forno coperta con carta da forno (poi sarà più facile trasferire la focaccia) e lasciarla lievitare per almeno un'altra mezz'ora.
Distribuire sulla superficie gli spinaci, fiocchi di ricotta, il gorgonzola a pezzetti e il wurstel tagliato a rondelle. 


Stenderci sopra la pasta sfoglia e sigillare bene i bordi premendoli nell'impasto della focaccia e pizzicandoli. Spennellare, a piacere, con dell'uovo sbattuto; io non l'ho fatto perchè non mi piace la consistenza della sfoglia spennellata una volta cotta, anche se nella foto potrebbe sembrare (la luce mi ha un po' tradita!).


Fare cuocere a 180° per circa 20 minuti, fino a doratura della sfoglia.
Sfornare, lasciare raffreddare un pochino e trasferire la focaccia in crosta su un tagliere; tagliare a fette o a quadrati, servire e gustare!




Ora vi mostro cosa ne è restato alla fine della cena:


Che sia piaciuta? Mah...!!
Devo dire che durante la cena regnava il silenzio... secondo me, è un ottimo sintomo di apprezzamento, no?

La prossima volta voglio prepararla nella versione normale e servirla al posto del pane...
già ne pregusto la morbidezza...
E dopo la lunghezza (inevitabile) di questo post, vi saluto augurando a tutti buon pomeriggio e buon inizio di settimana e...
alla prossima.
Stefania ^_^


Anche con questa ricetta vorrei partecipare al contest del Molino Chiavazza: Mani in pasta - La focaccia

mercoledì 24 aprile 2013

Focaccia pugliese ripiena


Finora ho sempre comprato la base per focaccia già pronta al banco frigo del supermercato, ora non più... Con la scusa di partecipare al contest del Molino Chiavazza me la sono preparata io e veramente non c'è paragone!!!
Io ho scelto di fare quella pugliese che prevede nell'impasto la patata lessa e devo dire che è morbidissima e gustosa; però, ho voluto esagerare, perchè l'ho farcita, non dopo la cottura, ma prima...
Spero che i pugliesi non si offendano per questa mia versione, ma a volte a me piace "personalizzare" una ricetta... e questa, è venuta troppo buona per non rifarla ;-P
Semplice da preparare, bisogna solo aspettare, giustamente, i due tempi di lievitazione e poi vi potete gustare questa magnifica focaccia... ottima calda, appena pronta, come piatto unico o abbinata, come ho fatto io, ad una pizza (sempre fatta in casa!) o a qualche tipo di stuzzichino, ma adatta anche per una scampagnata; si può preparare benissimo il giorno prima e gustata il giorno dopo a temperatura ambiente è ugualmente favolosa perchè rimane molto molto morbida, basta tagliarla in quadrati, metterla in un contenitore e il vostro pic-nic è bello pronto! Quindi, se domani avete in programma una scampagnata (visto il giorno di festa), vi consiglio di preparare oggi questa delizia e vedrete che vi leccherete i baffi!!!
E non oso immaginare se preparata con i prodotti della Puglia...
La ricetta l'ho trovata qui, l'unica modifica che ho apportato è, appunto, il ripieno!


Ingredienti:
◊ 400 gr di farina (io ho usato la "00")
◊ 200 gr di patate lesse
1 panetto di lievito di birra
◊ 1 cucchiaino raso di zucchero
pomodorini ciliegino
origano essiccato in polvere
◊ olive (io non le ho messe, ma le consiglio!)
◊ olio d'oliva
◊ sale q.b.

Per il ripieno:
1 melanzana
◊ mozzarella per pizza (quella in filoncino, così in cottura non rilascia liquidi)


Lessare le patate in acqua salata, poi sbucciarle, pelarle e passarle nello schiacciapatate; lasciarle raffreddare completamente (per chi ha amc come me, qui potete vedere come lessarle). Io preferisco schiacciarle calde piuttosto che fredde perchè da calde sono più "tenere" e poi i fiocchi si raffreddano prima.


Fare sciogliere il lievito di birra con un cucchiaino raso di zucchero in una tazza di acqua tiepida. In una terrina capiente, mettere la farina e al centro i fiocchi di patate e il sale, poi versare l'acqua con il lievito.


Lavorare il tutto con una forchetta fino ad ottenere un composto abbastanza omogeneo, poi rovesciarlo sul piano di lavoro e finire di impastare con le mani; eventualmente, se risulta appiccicoso aggiungere man mano altra farina fino ad ottenere un panetto morbido, liscio e compatto.
Trasferirlo in una terrina, coprirlo con un panno pulito e fare lievitare per circa 2 ore.
Note: io ho sciolto il lievito in 300 ml di acqua: sono decisamente troppi, ho dovuto impastare aggiungendo molta farina!!! Consiglio di scioglierlo in 100/150 ml di acqua ed eventualmente aggiungere, se necessario, altra acqua in fase di impasto.
In ogni caso, bisogna ottenere un impasto non appiccicoso!
Io ho spolverato la terrina dove ho messo l'impasto e la sua superficie con altra farina.


Nel frattempo, tagliare la melanzana a fettine e cuocerla sul grill o, come ho fatto io, in forno, fino a quando si è colorata. Tagliare la mozzarella a fettine o, a piacere, a dadini.

Trascorso il tempo di lievitazione, prendere la pasta e dividerla a metà; stendere una parte, adagiandola sulla teglia del forno coperta con carta da forno e unta con olio d'oliva, poi distribuire le fette di melanzana e coprirle con la mozzarella.
Un consiglio: io non ho usato tutta la melanzana, ma se si coprono bene tutti i buchi, la focaccia risulterà ancora più gustosa...



Stendere anche l'altra parte di pasta, coprire il ripieno e saldare bene tutto il bordo, in modo che in cottura non fuoriesca nulla. Versare sulla superficie un po' d'olio d'oliva e distribuirlo con le dita, premendo leggermente sulla pasta. Tagliare i pomodorini a metà, posizionarli sulla focaccia e spolverare il tutto con l'origano in polvere.
Mettere a lievitare per un'altra mezz'ora.

 
Scaldare il forno a 180° ventilato ed infornare la focaccia per circa 15-20 minuti, finchè diventa bella dorata.



 
Sfornare, lasciare raffreddare leggermente (altrimenti vi ustionate!), poi con l'aiuto della carta da forno, trasferire la focaccia su un tagliere, tagliare, servire e gustare la sua morbidezza!
 
Nota: mio marito ha detto che l'avrebbe preferita con le olive al posto dei pomodorini, invece io la consiglierei con tutti e due...


Spero di essere stata chiara nelle spiegazioni, in caso di dubbio sono sempre qui per voi.
Auguro a tutti un bel 25 aprile, felice e gioioso e soprattutto con tanto sole, e...
alla prossima.
Stefania ^_^


Con questa ricetta vorrei partecipare al contest del Molino Chiavazza: Mani in pasta - La focaccia