giovedì 30 maggio 2013

Torta di mele cremosa gluten free


Un'altra torta di mele... adoro questo frutto, nei dolci ma anche nei salati, più precisamente in un risotto perché gli conferisce quella nota leggermente dolce che secondo me lo valorizza.
Tornando alla sezione dolce, questa fantastica tortina l'ho trovata anni e anni fa nel web ed era da un bel pezzo che non la preparavo; ultimamente ho pensato di rifarla perché avevo preso un paio di chili di mele per usarne una o due per non mi ricordo più quale ricetta (forse lo strudel con fragole), ma nessuno le mangiava... così ho dovuto ingegnarmi per usarle tutte o quasi e, visto che questa ricetta ne richiama una bella quantità, eccovela per tutte voi.
Per metterla nel mio blog ho fatto una ricerca nella rete per trovare l'autrice originale ed ho scoperto che questa delizia è di una nostra cara amica che purtroppo ora non posta più: Nightfairy; la ricetta l'ho trovata qui, non nel suo blog, e la dedico proprio a Night, sperando che un giorno ritorni più carica che mai e soprattutto serena come dovrebbe essere una ragazza dolce e sensibile come lei. Se mi stai leggendo, vorrei dirti che mi manchi, Martina!
Sono due le cose che ho modificato in questa ricetta: la prima è il tipo di farina perché per partecipare al nuovo contest del Molino Chiavazza l'ho sostituita con quella di riso, mentre la seconda modifica è la panna da cucina al posto dello yogurt, visto che mi sono dimenticata di comprarlo!!! E' venuta buonissima e cremosa lo stesso... secondo voi, conoscendo un pochino i miei avvoltoi, è durata almeno due giorni? ...
Vi riporto la ricetta originale di Martina e tra parentesi le mie modifiche.


Ingredienti per uno stampo da 24-26 cm:
~ 1 kg di mele sbucciate e tagliate a dadini
~ 100 gr di burro
~ 100 gr di zucchero
~ 150 gr di farina (io, farina di riso)
~ 2 uova
~ 1 cucchiaino di lievito

~ un pizzico di sale
~ 250 gr di yogurt (io, 200 ml di panna da cucina)



Montare con le fruste le uova con lo zucchero fino a renderle bianche e spumose; unire il burro morbido e sbattere ancora con le fruste, poi incorporare la farina setacciata con il lievito, mescolando con una spatola, ed infine lo yogurt (o la panna). Versare il composto nello stampo imburrato e infarinato o coperto con carta da forno (come faccio io, qui un mio consiglio), coprire con le mele tagliate a dadini e premerle leggermente per farle affondare nell'impasto; non preoccuparsi se questo sembra trasbordare dai bordi, va bene così perché in questo modo si formerà un bordo di pasta. Spolverizzare con dello zucchero semolato e qualche fiocchetto di burro (io non metto mai i fiocchetti, va a gusti) ed infornare nel forno già caldo a 180° per 40 minuti; trascorso questo tempo, coprire con un foglio di alluminio e proseguire la cottura per un'altra mezz'ora.
 

Note personali:
- io penso che come yogurt possa andare bene qualsiasi gusto, perché dà contemporaneamente un aroma alla torta; secondo me, la morte sua è con quello al limone...
- volendo, penso che si possa aggiungere della scorza di limone grattugiata o qualche spezia a piacere.
- se si usa la panna da cucina, si può aggiungere un aroma a piacere (andrebbe a sostituire quello dello yogurt).



Nella foto successiva, vedete nessuno? In un angolino...

è lei ...


Ora non mi resta che salutarvi, vi auguro buona giornata e...
alla prossima.
Stefania ^_^


Ricetta scaricabile dalla pagina dedicata ai pdf



Con questa ricetta vorrei partecipare al contest del Molino Chiavazza: Mani in pasta - La farina di riso
 
al 1° contest del blog Le Tre Cucchiarelle: La ricetta del cuore
 

 
e al conte di Una fetta di Paradiso: Dolci con farine speciali
 

domenica 26 maggio 2013

Ricetta tramite mail: Tortino soffice al limone con spicchi di arancia al Grand Marnier, gelatina all'anice e coulis di lamponi di Bianca


Bianca ha preparato questa delizia e mi ha mandato una mail per poter partecipare al mio contest Limoni-amo.
Questo è quello che mi ha scritto a riguardo di questo dolcetto:

" Preciso che questo delicato dessert, che accosta armoniosamente sensazioni di
croccantezza, friabilità e morbidezza, è particolarmente indicato per concludere
un pasto a base di pesce."


Grazie, Bianca!

"Ispirato da un dessert di Claudio Sadler".

Il tortino si compone di:
- un fondo di pâte sucrée
- un disco di biscuit à la cuillère (pasta savoiarda) bagnato di sciroppo al liquore di erba cedrina
- una crema al limone
- insalata di arance al Grand Marnier
- cubetti di gelatina all'anice
- coulis di lamponi
- scorzette di limone candite


Ingredienti e dosi per 6 persone

Per la Pâte sucrée (ricetta ricavata dal blog di Pinella)
150 g di burro morbido
95 g di zucchero al velo
60 g d'uovo
250 g di farina debole 00
30 g di farina di mandorle
un pizzico di sale
vaniglia
+ 100 g di burro pomata


Con le fruste elettriche o in planetaria lavorate il burro morbido con lo zucchero al velo. Aggiungete l'uovo, il sale, la vaniglia e quindi  la farina 00 e la farina di mandorle. Quando l’impasto si sarà compattato, stendetelo  su un foglio di carta da forno ad uno spessore di circa 3 cm e, dopo averlo chiuso  a pacchetto,  conservatelo in frigo per almeno mezz’ora.  Una volta completato il riposo, stendete la pasta in un disco alto circa 1 cm e infornate a 170°C fino a colorazione. Fate raffreddare e passate al mixer per ottenere un briciolame sottile. Incorporate il burro pomata e mescolate fino ad ottenere delle piccole briciole.
Prendete  6  anelli d’acciaio  di 7cm di diametro. Poggiate  gli anelli sopra una teglia per biscotti. Rivestite il fondo degli anelli con un disco di carta da forno ritagliato esattamente a misura. Deponete sul fondo le briciole in strato sottile e uniforme. Fate raffreddare in frigo per 30 minuti e poi  ripassate in forno per un'ulteriore cottura di circa 15 minuti a 170°C.


Per il biscuit à la cuillère (ricetta ricavata dal blog di Pinella)
73 g di albumi
40 g di tuorli
45 g di zucchero semolato
25 g di farina 00
25 g di fecola
4 g di miele d'acacia

+ sciroppo  al liquore di erba cedrina (125 g di zucchero, 250 g di acqua, 40 g di liquore di erba cedrina)

Con le fruste elettriche o in planetaria montate gli albumi aggiungendo progressivamente lo zucchero fino ad ottenere una meringa lucida e soda. Mescolate  sommariamente i tuorli con il miele e aggiungeteli a filo alla meringa. Setacciate la farina con la fecola e unitela a mano all'impasto lavorando dall'alto verso il basso. Versate il composto  in una teglia rivestita con carta forno imburrata e infarinata. Stendete la pasta con una spatola in modo da ottenere uno strato sottile circa mezzo centimetro. Velate con una spolverata di zucchero a velo ed infornate a 180° C per circa 10 minuti fino a doratura.
Con gli anelli  di 7 cm di diametro tagliate il biscuit in 6 dischi.
In una casseruola fate sciogliere sul fuoco lo zucchero con l’acqua e portate a bollore; togliete lo sciroppo dal fuoco, fatelo raffreddare, poi unite ad esso il liquore di erba cedrina.
Bagnate  i dischi di biscotto con questo sciroppo e deponeteli all'interno degli anelli contenenti  i dischi di pâte sucrée.

Crema al limone
2 uova
100 g di zucchero semolato
70 g di succo di limone
5 g di gelatina in fogli
La buccia grattugiata di 1 limone non trattato
250 g di panna montata

Lavorate le uova con lo zucchero fino a renderle spumose. Aggiungete la buccia grattugiata e il succo del limone. A parte fate sciogliere la gelatina in un po’di succo di limone e zucchero fatti riscaldare a circa 40 ° C. Unite la gelatina alla spuma facendola assorbire bene,  fermate la montatura e aggiungete la panna montata lavorandola con un cucchiaio di legno.
Versate la crema sui dischetti di biscuit à la cuillère e riponete i tortini in frigorifero a rassodare per 3 o 4 ore.

Per l’insalata di arance
2 arance tarocco
50 g di zucchero semolato
40 g di Grand  Marnier

Pelate al vivo le arance, irroratele con un po’di Grand Marnier e zucchero semolato.

Per la gelatina d’anice
250 ml di acqua
150 g di zucchero
1 anice stellato
20 g di anice
12 g di gelatina in fogli

In una casseruola fate sciogliere sul fuoco lo zucchero con l'acqua, aggiungete l'anice stellato e portate a bollore; aggiungete allo sciroppo l'anice e la gelatina precedentemente ammollata in acqua fredda. Mettete a rassodare in frigorifero per almeno 3 ore, poi tagliate la gelatina a cubetti.

Per il coulis di lamponi
300 g di lamponi
100 g di zucchero

Frullate i lamponi con lo zucchero, passate al colino cinese e conservate il coulis al fresco.

Per le scorzette di limone candite
Scorze di limone senza la parte bianca
100 g di acqua
100 g di zucchero

Ricavate la buccia del limone e disponetela in un pentolino con l’acqua e lo zucchero, ottenendo uno sciroppo all’interno del quale la buccia arriverà a cottura. Quando il liquido si sarà ridotto e la buccia risulterà morbida, estraetela dallo sciroppo, lasciatela raffreddare e tagliatela poi a julienne.

Finitura
Togliete i tortini dagli stampi e disponeteli nei piatti. Mettete intorno ad ognuno l’insalata d’arance e decorate con la gelatina d’anice, gocce di coulis di lamponi e  scorzette di limone candite.

Vi ricordo che avete ancora qualche giorno di tempo per partecipare al mio contest, affrettatevi!!! Per altre informazioni, basta cliccare qui o sul banner.

sabato 25 maggio 2013

Pasta frolla all'olio


Vi avevo detto che avrei postato altre basi, magari già viste... e questa è una di quelle!!
Questa frolla l'ho presentata per la prima volta per questa crostata e, come ho detto in quel post, me ne sono innamorata!!! Ed è per questo che le dedico un post intero, mettendo una semplice crostata con la marmellata e facendovi vedere meglio il risultato dell'uso della griglia, visto che per l'altra crostata secondo me non si vedeva bene...
Per correttezza, vi ricordo che la ricetta originale l'ho presa da Misya, senza cambiarla di una virgola (tranne che lei usa un buon olio evo mentre io preferisco quello di semi!).

Ingredienti:
◊ 300 gr di farina
◊ 100 gr di zucchero
◊ 1 uovo + 1 tuorlo
◊ 100 ml di olio (io, di semi)
◊ 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiata
◊ 1 cucchiaino di lievito per dolci

In una ciotola ampia disporre la farina e mettere al centro le uova, lo zucchero, la buccia di limone, il lievito e l'olio.


Iniziare ad impastare al centro facendo assorbire man mano tutta la farina...


... poi trasferire l'impasto su una spianatoia...



... e lavorare la frolla fino ad ottenere un panetto omogeneo. Avvolgerlo nella pellicola e lasciarlo riposare in frigo per almeno 30 minuti.


Ora si può procedere con la preparazione scelta.
Con queste dosi, io ho fatto una crostata da 26 cm con relativa copertura (questa), oppure la crostata che vado a presentarvi (da 22 cm), con la copertura a griglia e avanzando parecchia frolla.
Io ho usato una marmellata di fragole e fatto la griglia con questo attrezzo; pensavo che essendoci il lievito la griglia potesse sformarsi in cottura, invece, come si può vedere dalla foto, ha tenuto perfettamente la forma!!!

cruda:
 cotta:

Con la pasta avanzata mi sono uscite 4 crostatine, di cui una decorata con i rombi ottenuti con la griglia...


... e due biscottini ripieni di marmellata (alla fine la frolla è talmente poca che non  si riesce più ad ottenere niente se non uno o due biscotti!).



E con questo ho finito, vi auguro uno splendido week end pieno di sole (non ne posso più della pioggia, non perché mi faccia tristezza, ma ho voglia di CALDO!!!) e...
alla prossima.
Stefania ^_^


Ricetta scaricabile dalla pagina dedicata ai pdf

mercoledì 22 maggio 2013

Biscotti con farina di ceci e gocce di cioccolato

 
Questi biscotti nascono dalla necessità di usare la farina di ceci, in quanto, essendo tra le vincitrici di un contest del Molino Chiavazza, mi hanno spedito tra le farine anche quella di ceci; non avendo idea su come usarla, ho fatto una ricerca in rete ed ho trovato molte ricette di biscotti... una di quelle che mi ha subito conquistata è stata questa, ma naturalmente se non personalizzo una ricetta mettendoci del mio non sono contenta...
Così sono nati questi biscotti... la farina di ceci si sente appena appena, ma ci fai veramente caso se te lo dicono... e poi, le gocce di cioccolato li rendono ancora più golosi...
Eccovi la mia versione.
 
Ingredienti:
~ 250 gr di farina di ceci
~ 2 uova
~ 140 gr di burro morbido
~ 130 gr di zucchero
~ 70 gr di farina di mandorle
~ aroma vaniglia
~ mezza bustina di lievito
~ 50 gr di gocce di cioccolato


In una ciotola capiente riunire la farina di ceci, quella di mandorle, lo zucchero e il lievito e fare un buco al centro. Mettere nel mezzo le uova, il burro ammorbidito e l'aroma e lavorare con una forchetta per amalgamare bene, poi unire anche le gocce di cioccolato e finire di impastare a mano. Si ottiene un composto piuttosto appiccicoso che va messo in frigo per circa 1 ora. Con le mani, formare delle palline della grandezza di una noce, schiacciarle leggermente e depositarle man mano sulla teglia del forno coperta con carta da forno.
Fare cuocere i biscotti nel forno già caldo a 180°, statico, per circa 15-16 minuti; dipende sempre dal proprio forno, ma anche dalla grandezza delle palline perché i bordi devono risultare dorati e i biscotti più chiari.
Appena sfornati, sono teneri, meglio lasciarli raffreddare un po' prima di spostarli su una gratella per dolci, poi si possono trasferire sul piatto da portata o un vassoio.
Con queste dosi io ho ottenuto 55 biscottini.

Il mio consiglio: mentre si formano le palline, è meglio bagnarsi spesso le mani con l'acqua fredda perché, essendo l'impasto appiccicoso, questo aiuta a formarle.



Che ne dite, vi piacciono questi biscotti?
Da queste parti non sono durati tanto, chissà come mai...
Buona giornata a tutti e...
alla prossima.
Stefania ^_^


Ricetta scaricabile dalla pagina dedicata ai pdf



Con questa ricetta vorrei partecipare al contest di Una fetta di Paradiso: Dolci con farine speciali