martedì 2 settembre 2014

Dolce con crema di semolino e ricotta


Non so come, girovagando nel web, mi sono imbattuta in questa torta e mi ha colpita immediatamente per la presenza del semolino.
Il tempo di comprarlo, insieme alla ricotta, ed ecco sfornata la mia versione.
Si tratta di una base di frolla con un ripieno di crema di semolino e ricotta e il tutto ricoperto con una ganache di cioccolato...
Sono rimasta piacevolmente colpita dal gusto morbido di questo dolce, io lo trovo molto "raffinato" ed "elegante", da presentare indubbiamente come dessert a fine di un pasto "raffinato" come può essere quello per festeggiare una ricorrenza importante.
Rispetto all'originale, io ho usato un uovo intero nella frolla, aggiunto un pizzico di lievito (che ci sta benissimo, la rende più morbida!) ed usato un liquore particolare come aroma, per il resto è simile all'originale... ah, a parte la ganache, che a noi non piace così fondente, ma tra poco capirete ;-)))
La sua preparazione è davvero semplicissima e vedrete che otterrete un dolce che vi farà fare una stupenda figura, ma adatto anche per i vostri bimbi per merenda, in ogni caso sparirà talmente in fretta che non avrete il tempo di elaborare la cosa!!! ;-D


Ingredienti per uno stampo da crostata da 26 cm:
per la frolla:
~ 150 gr di farina
~ 70 gr di burro morbido a temperatura ambiente
~ 80 gr di zucchero a velo
~ 1 uovo

~ 1 cucchiaino di aroma al limone home made
~ 1 cucchiaino di lievito per dolci


per il ripieno:
~ 125 gr di semolino
~ 500 ml di latte
~ 350 gr di ricotta
~ 200 gr di zucchero a velo
~ aroma: originale, scorza grattugiata d'arancia, io un cucchiaio di liquore Fiori Alpini della Distilleria Alpina (c'è scritto proprio così, è un liquore dolce, ma non so la sua provenienza)
~ un pizzico di cannella

per la ganache (originale): *
~ 200 gr di cioccolato fondente
~ 200 ml di panna fresca liquida

* vedere in seguito la mia preparazione con le mie considerazioni.


Preparare la frolla.
Mescolare la farina con lo zucchero a velo e il lievito, poi lavorare il mix con il burro ammorbidito e l'aroma al limone home made fino ad ottenere un composto bricioloso.
Unire l'uovo ed amalgamare fino ad ottenere un composto omogeneo, formare una palla, avvolgerla nella pellicola e metterla in frigo a riposare per almeno un'ora.

Preparare il ripieno.
Nel frattempo, scaldare il latte; quando arriva a sfiorare il bollore, unire il semolino versandolo pian piano a pioggia e mescolando (io l'ho fatto fuori dal fuoco) e girare energicamente con una frusta per evitare la formazione di grumi. Il composto è pronto quando comincia a staccarsi dalle pareti, quindi spegnere il fuoco; la ricetta originale dice che ci vogliono circa 5 minuti, a me è successo quasi subito.
Un consiglio: meglio non lasciare che si asciughi troppo o si avrà una "palla" bella dura che poi sarà più difficile far sciogliere quando si unisce la ricotta; siccome poi la torta andrà in forno, secondo me, anche se si lascia il semolino leggermente più liquido, non influisce perché tanto poi cucinerà in seguito!
Mescolare la ricotta (che andrebbe setacciata attraverso un colino, io non l'ho fatto!) insieme allo zucchero a velo, l'aroma scelto e la cannella. Unire il semolino ancora caldo e mescolare per bene con la frusta a mano. Se il composto dovesse presentare grumi, passarlo al minipimer per renderlo cremoso (come ho fatto io!!). Lasciare raffreddare completamente.


Riprendere la frolla, stenderla e foderare uno stampo per crostata già imburrato e infarinato.
Versare il ripieno, livellandolo, ed infornare nel forno già caldo: 180° per 45 minuti se statico, 160° per 40 minuti se ventilato.
Sfornare e lasciare raffreddare completamente; se non si continua subito la preparazione, mettere il dolce in frigo.


Ora bisognerebbe preparare la ganache facendo fondere il cioccolato nella panna calda e poi spalmarla sul dolce.
Quello che ho fatto io: come ho detto, siccome in casa mia non piace a nessuno il gusto del cioccolato fondente perché lo troviamo troppo amaro, ho pensato bene di sciogliere  nella panna calda 100 gr di fondente e 100 gr di cioccolato al latte. Ho ottenuto una sbobba troppo troppo liquida, in seguito ho capito che probabilmente, anzi certamente, la quantità di panna è troppa per ottenere una ganache cremosa e spalmabile. Così ho aggiunto un'altra tavoletta di cioccolato al latte che ha rimediato un pochino.
Ebbene, l'ho versata sul dolce e messo in frigo a rapprendere, però ne ho avanzata parecchia!!! Ho già in mente come utilizzarla, se riesco trasformare il tutto in realtà, ve lo mostrerò...
Quindi, le mie considerazioni sono:
1°) per un dolce né troppo amaro, ma nemmeno troppo stucchevole, consiglio di sciogliere tipo 135 gr di cioccolato al latte insieme a 65-70 gr di fondente! Altrimenti, secondo i propri gusti personali!!!
2°) il cioccolato consiglierei di scioglierlo in meno della metà della dose indicata di panna, tipo un 100 ml, o anche meno! In alternativa, penso che vada bene anche il latte! L'importante è che si ottenga una crema al cioccolato spalmabile, non un liquido marrone che cola da tutte le parti!!! AGGIORNAMENTO: secondo il consiglio della nostra amica Giulia, qui sotto nei commenti, per una ganache perfetta bisogna lasciarla raffreddare un po' prima di spalmarla sul dolce, così diventa più cremosa e spatolabile!!
3°) se si riesce, meglio fare un bordo bello alto con la frolla in modo che la crema di semolino non venga a filo, così c'è più spazio per la ganache per fare un bello strato di golosissimo cioccolato!!
4°) infine, penso che questa ganache possa essere sostituita anche con della marmellata, mi ispira particolarmente quella di fragole (magari sciolta con un goccio d'acqua), in quanto il ripieno ha un gusto abbastanza "neutro" e ci può stare qualsiasi ganache si voglia... che ne dite anche di una copertura con crema mou o al lemon curd?? Così avrete un dolce sempre diverso... ;-)))

Una volta ricoperto con la ganache, conservare il dolce in frigo!!




Spero che questo dolcetto vi sia piaciuto, se lo preparate, vedrete il successo!!
In più, con ganache diverse, tutti penseranno che ogni volta è un altro dolce e saranno solo complimenti per la sua bontà!!!
Buona giornata.

 

9 commenti:

  1. O_O wow che meraviglia Stefania!!!!! :P baciiiiii

    RispondiElimina
  2. CON UN RIPIENO MORBIDO E CREMOSO COSI' A CASA MIA FINIREBBE IN UN SECONDO!!!MI PIACE MOLTO L'IDEA, MOLTO APPETITOSA!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia questa torta... wow!

    RispondiElimina
  4. Ciao Stefania ogni tanto faccio un giro sul tuo blog per provare qualche ricettina sfiziosa e oggi ho visto questa tortina che ho già fatto tante volte perché di tanto in tanto mi avanza una busta di semolino. Io però la ganache la faccio classica, per uno stampo da 22 cm uso 150ml di panna e 150 di ciocco fondente. è vero che appena fatta è molto liquida, ma appena si raffredda un po' diventa molto cremosa, si riesce a spatolare sulla torta un bello strato spesso e morbido...una bontà. Ammetto che sono un po' di parte in quanto fan numero 1 della ganache ;) ma se ti va di riprovare secondo me non ne rimani delusa.
    Già che ci sono ti lascio la ricetta di una mia torta tutta ganache, magari ti convince ;)
    (Per uno stampo da 22cm) base di biscotti e burro, oppure frolla. Per il ripieno 350ml di panna fresca liquida, 300 cioccolato fondente, 1 foglio di gelatina. Mettere in un pentolino 200ml di panna e tutto il cioccolato e fare sciogliere lentamente a fuoco basso, mescolando spesso. Nel frattempo ammollare per qualche minuto il foglio di gelatina in acqua fredda, poi strizzarlo e farlo sciogliere in un paio di cucchiai di latte bollente; montare la restante panna e unirla alla crema al cioccolato, insieme alla gelatina. Versare sulla base di biscotti e lasciare riposare in frigo per almeno 4 ore.
    Scusa l'intrusione ;) Ciao ciao
    Giulia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, Giulia. mi fa piacere che questa torta ti abbia fatto voglia di commentare, sono contenta della tua "intrusione"!! mi fa sempre piacere conoscere chi mi segue, non sei un'intrusa... ;-)
      soprattutto, grazie per la bellissima ricetta che mi hai dato, mi hai messo curiosità e voglia di prepararla subitissimo!!!
      per la ganache, allora è giusto il rapporto 1:1... a me era venuta liquidissima, in effetti quella che è avanzata, in frigo si è solidificata... boh! comunque, mi sembrava tanta lo stesso... la ricetta originale non dice di lasciarla raffreddare, ma di versarla ancora tiepida; forse è lì che ho sbagliato, dovevo aspettare un pochino che si solidificasse quel tanto perché diventasse cremosa...
      grazie mille dei consigli, come dico sempre: non si finisce mai di imparare!! e ora so come usare la ganache che mi è avanzata.... grazie di cuore <3
      buona serata. Stefy

      Elimina
  5. ha un aspetto delizioso, che riginale cn il sempolino! bACI

    RispondiElimina
  6. buona vero,si vede,grazie della ricetta

    RispondiElimina
  7. Mmmmmm quanto mi ispira, da provare, grazie!!!!!

    RispondiElimina
  8. Molo buona questa torta, davvero degna di un re, ricca e vellutata, dal sapore cremoso e cioccolatoso, come resisterle?
    Ti abbraccio Stef!
    Vale

    RispondiElimina

I COMMENTI ANONIMI, VOLGARI E MALEDUCATI NON VERRANNO PUBBLICATI !!
A causa di molti spam è attiva la moderazione dei commenti!
I commenti spam o con pubblicità di qualsiasi genere con link attivi e/o inattivi non verranno pubblicati!