martedì 23 settembre 2014

Torta di mele e Sangue di Morlacco


C'è chi associa la torta di mele all'autunno, ma secondo me non ha stagione, è troppo buona tutto l'anno!! In fin dei conti, si può preparare anche in estate, soprattutto se poi bisogna conservarla in frigo, è sempre una goduria! Un esempio, è questa torta che da il meglio di sé quando è bella fresca, se fa caldo basta sopportare un attimino il forno acceso, ma poi si avrà un dolcetto davvero gradevole.
Ci sono una miriadi di varianti, con aggiunte di tutti i tipi e a me piace provare nuove versioni; questa volta ho voluto aggiungere un liquore che mi è stato regalato e che ho adorato sin dal primo assaggio: il Sangue di Morlacco!


Adorando le ciliegie come frutto, potevo non innamorarmene?
Domanda conseguente: potevo non metterlo in un dolce?
Stessa risposta: no!! Certo che potevo, anzi dovevo utilizzarlo in un modo diverso!!!


Il Sangue di Morlacco è un liquore di marasche (varietà acidula della ciliegia) che costituisce una varietà del cherry-brandy, ottenuto appunto dalle ciliegie marasche. 
E' ottenuto per infusione del succo fermentato delle marasche ed invecchiato per due anni in tini di rovere. 
Il sapore corposo e l'aroma intenso e inebriante di marasca rendono il Sangue Morlacco particolarmente adatto all'abbinamento con il cioccolato fondente dato che il sapore tipico della ciliegie è qui molto esaltato e il suo retrogusto è sorprendente; ottimo anche per correggere i sapori alla vaniglia, per aromatizzare la zuppa inglese e per inzuppare i savoiardi delle torte charlottes.
Si può gustare liscio, a temperatura ambiente o ghiacciato, come digestivo o semplicemente per degustarlo; oppure, utilizzato nei cocktails che richiedono il cherry-brandy o con frutti di bosco. 

Questo liquore venne ribattezzato con il curioso nome di Sangue Morlacco dal poeta Gabriele D’Annunzio nel 1919, in occasione dell’impresa di Fiume, a causa del suo colore rosso-cupo (per inciso, il nome “Morlacco” deriva da quello di un’orgogliosa popolazione dell’entroterra dalmata).
Fonte: qui (vedere anche qui).


Ingredienti:
~ 200 gr di farina
~ 150 gr di zucchero di canna
~ 2 uova
~ 10 gr di lievito
~ 30 ml di olio di semi di mais
~ 2 mele (circa 500 gr)
~ 60 ml di Sangue di Morlacco

per la glassa:
~ 1 cucchiaio di Sangue di Morlacco
~ 3 cucchiai di marmellata di ciliegie


Prima di tutto, lavare, sbucciare e tagliare le mele a pezzettini, mettendole in una ciotola, ed aggiungere il liquore; lasciare a macerare il tempo necessario per preparare l'impasto.
Montare le uova intere con lo zucchero finchè diventano spumose, poi aggiungere l'olio e la farina addizionata al lievito, mescolando bene e delicatamente per evitare grumi. Si ottiene un impasto denso al quale vanno aggiunti i pezzetti di mela con il loro sughetto di macerazione.
Versare il tutto nello stampo foderato con carta da forno ed infornare nel forno già caldo a 180° per circa 30-35 minuti, finchè la superficie diventa dorata.
Sfornare e lasciare raffreddare.
Nel frattempo, preparare la glassa: diluire la marmellata nel liquore. Se il dolce è destinato anche ai bambini, si può scioglierla sul fuoco così da far evaporare l'alcol.
Quanto la torta è fredda (o volendo, anche tiepida!), spalmare la marmellata ancora tiepida ed aspettare che sia completamente fredda prima di servire.


Questo dolce rimane umido, la consistenza è molto molto morbida e l'aroma è particolare...
Indicato per colazione o la merenda, o anche a fine pasto diventa un dessert davvero unico!!



Felice week end a tutti.

 
 
 
 
Con questa ricetta vorrei partecipare alla raccolta di LoveCooking: Apple Sweet and Salty
 

10 commenti:

  1. Deve essere squisita !!! Buon fine settimana .... Claudia

    RispondiElimina
  2. QUANT'E' MORBIDA E CREMOSA, CHISSA' CHE BUONA!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  3. complimenti per l'abbinamento,buona ne prendersi volentieri una fettona,baci

    RispondiElimina
  4. buonissima e dall'aspetto davvero invitante, complimenti:))
    baci:)
    Rosy

    RispondiElimina
  5. Mmmm... quanto sarà buona cosi profumata!!! Mette l'acqquolina in bocca!!! Adoro le torte di mele, e poi con questa bella spalmata di marmelata di ciliegia, mi attira molto di piu! Non ho questo liquore per l'aroma pero ho il liquore Fragolino . Chissà che combinero con questi abbinamenti!CI provero! Bacioni e buon we!!!

    RispondiElimina
  6. La sto immaginando qui, davanti a me, soffice e profumatissima!!!
    Mmmmmm ... sempre bravissima Stefy!!!
    Un mega abbraccio e buon fine settimana
    Carmen

    RispondiElimina
  7. Una sorta di kisch per intenderci.....abbinamento goloso e superlativo, come tutte le tue torte da credenza, adoro anche lei, soprattutto per la presenza delle mele!

    RispondiElimina
  8. Ciao Stefania! Questa torta è fantastica!!! Potresti però ripubblicarla con il banner? Non voglio fare differenze e mi è già arrivata una ricetta pubblicata in un periodo precedente ma ripubblicata:)
    Fammi sapere se partecipi!!! Un bacione e buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfetto Stefania! Domani la inserisco!:)
      Buona serata e grazie mille!

      Elimina
    2. Grazie, Simona.
      Buona serata anche a te.

      Elimina

I COMMENTI ANONIMI, VOLGARI E MALEDUCATI NON VERRANNO PUBBLICATI !!
A causa di molti spam è attiva la moderazione dei commenti!
I commenti spam o con pubblicità di qualsiasi genere con link attivi e/o inattivi non verranno pubblicati!