giovedì 30 gennaio 2014

Rotolo di pandoro


Pensavo di aver finito con pandori e simili, ed invece...
La settimana scorsa mi hanno regalato un altro pandoro e la prima idea che ho avuto è stata quella di preparare la crema da abbinare (questa oppure questa) sicura che così sarebbe stato più gradito e non avrebbe parcheggiato troppo nella dispensa.
Poi, un lampo di genio: cercare in internet!!!
Capirai, bella lampadina mi si è accesa...
Ed invece, nel mare di tante ricette, tante variabili e chi più ne ha più ne metta, mi è saltato all'occhio il rotolo!!
Semplicissimo!! Perché non ci avevo pensato prima?
In fin dei conti, avevo già visto questa tecnica dalla mia cara amica Monica e nel web si può trovare un mucchio di rotoli fatti con il pandoro...
Ed allora, vai con il rotolo!!!
Per la crema di mascarpone mi sono basata su una ricetta che avevo spedito ad un'altra amica di blog, Laura, quando lei fece il suo primo contest dal nome davvero simpatico; non avevo ancora un blog e, leggendo i commenti, fu allora che cominciai a pensare ad aprirne uno mio, ma non ero molto convinta... Dunque, dicevo: la crema con il mascarpone è simile a questa, solo che invece dello zucchero a velo l'ho addolcita con un po' di latte condensato, ma il risultato è lo stesso strepitoso!
Unica nota: pensavo di avere più marmellata! Mi sono ritrovata a metterne un po' alla ciliegia e un po' alla pesca, ma nel complesso non si sente per niente il mescolio, al limite mi sono ritrovata con dei bocconi al gusto di pesca, altri al gusto di ciliegia dovuti alla presenza dei pezzi di frutta nella marmellata, ma ho constatato che gli uomini di casa non ci hanno fatto caso, il rotolo è sparito in un batter d'occhio!!!


Ingredienti:
- pandoro
- marmellata a scelta
- mascarpone addolcito con zucchero a velo o latte condensato (io sono andata ad occhio)
- zuccherini colorati o altro per decorare


Tagliare il pandoro verticalmente a fette spesse circa mezzo cm e disporle su un foglio di carta da forno in modo da ottenere un rettangolo e sovrapponendo i bordi.
Coprire con un altro foglio di carta da forno e passare un mattarello per far attaccare i vari lembi di pandoro, poi togliere la carta da forno e spalmare la marmellata e poi il mascarpone cercando di non far amalgamare i due ingredienti.
Il mio consiglio: tenere da parte un po' di mascarpone per guarnire il rotolo, in questo modo verranno coperti eventuali segni di attaccatura e risultare così più carino a vedersi!!!
Arrotolare dalla parte più lunga, poi avvolgere il rotolo nella stessa carta da forno e mettere in frigo per una notte intera. Al momento, il rotolo sarà "tenero", ma dopo il riposo in frigo risulterà bello sodo e perfetto al taglio.
Il giorno dopo, tagliare via le due estremità, far colare il mascarpone sul rotolo e decorare a piacere.


Io non l'ho bagnato con nessuna bagna perché il pandoro mi sembrava troppo fine, avevo paura che potesse "squagliarsi"; devo dire che ho avuto ragione perché è risultato lo stesso morbido e la sensazione era quella di un dolce che non sembrava affatto preparato con un pandoro industriale!!



Il resto del pandoro volevo servirlo con la crema, invece mio marito mi ha chiesto di prepararne un altro e, siccome avevo finito la marmellata, ho sciolto 2 tavolette e mezza di cioccolato al latte con del latte per ottenere una bella crema, ed ecco la versione cioccolatosa:






... e in due giorni il pandoro è sparito!!!!
I pochissimi avanzi sono stati mangiati così, nature, ma erano talmente pochi da non considerarli nemmeno!!!
C'è chi ha preferito la versione con la marmellata, chi al cioccolato, ma anche chi non sapeva quale scegliere...
E voi, quale scegliete?

martedì 28 gennaio 2014

Spezzatino con Secuquick


Finalmente vi presento lo spezzatino preparato con  il metodo AMC.
Per chi vuole mangiare sano, senza grassi aggiunti e saporito!

Il procedimento e il tempo di cottura è uguale a quello del ragù, ma ho voluto fare lo stesso questo post per chi è alle prime armi e cerca qualcuno che glielo spieghi o, meglio ancora, che mostri il risultato.
Non preoccupatevi, è semplice!!!

Ingredienti:
~ spezzatino *
~ passata di pomodoro
~ verdure tagliate a tocchetti (carota, cipolla, sedano) **
~ sale o insaporitore
~ spezie a piacere

* per 4 persone, di solito io faccio circa 1 kg di carne a tocchetti; può essere di manzo, mista o anche di cavallo, se piace.
** io mi trovo molto bene ad usare le verdure per soffritto già pronte che si trovano nel banco freezer: sono già tagliate della misura giusta e poi congelate, quindi molto pratiche perchè quando servono basta prendere la scatolina e usarle ancora congelate.

Scaldare l'unità di cottura, con il coperchio normale, fino il settore carne (50°).
Quando arriva in temperatura e l'Audiotherm suona, mettere la carne nella pentola SENZA AGGIUNTA DI OLIO, rimettere il coperchio e fare andare fino a rosolatura, mescolando ogni tanto. Tutto questo io lo faccio su fuoco medio e basso.
Se vedete che la carne si attacca leggermente alle pareti della pentola è normale: come per qualsiasi cottura di carne con amc, all'inizio si attacca un pochino, ma non bisogna toccarla perchè, quando è rosolata, si staccherà da sola dalla pentola.
A questo punto, a me piace sfumare con il vino bianco, prima di chiudere con il Secuquick, e fare andare ancora la carne per qualche minuto in modo che l'alcol del vino abbia il tempo di evaporare (stessa cosa per il ragù).
Quando si raggiungono i 90°, cioè il settore verdure, unire il passato di pomodoro, un pochino d'acqua (magari quella per "lavare" il contenitore della passata), le verdure a tocchetti , un po' di sale o insaporitore e le spezie a piacere (tipo un paio di chiodi di garofano).
Chiudere con il Secuquick, impostare l'Audiotherm su settore TURBO (per le cotture lunghe) e fare cuocere per 12-15 minuti a fuoco forte; quando arriva a turbo, spostare la pentola su un fuoco più piccolo e continuare fino al termine del tempo, sempre tenendo la temperatura su turbo (quindi, regolandosi con il fuoco di conseguenza).
Si può impostare l'Audiotherm anche come timer, allo scadere del tempo avvisa con un suono diverso. 
Nota: nel settore SOFT, la cottura è più delicata ma ci mette un po' di più!

Nota personale: io preferisco preparare lo spezzatino (o anche il ragù!) alla mattina e lasciare raffreddare la pentola chiusa con il Secuquick per tutto il giorno: le pentole amc hanno un fondo spesso che permette al calore di diffondersi in modo omogeneo e lo trattengono a lungo e, lasciando lo spezzatino nella pentola calda per molte ore, la cottura continua piano piano e il cibo si insaporisce per bene. Oppure, lo preparo la sera per il giorno dopo ,tenendo sempre il coperchio chiuso finchè è ora di preparare il pranzo!

Nella foto sopra, l'ho servito con la polentina, mentre adesso vi presento lo spezzatino con le patate:


In questo caso, è meglio non tagliare le patate in pezzi troppo piccoli, altrimenti si disfano... ma nemmeno troppo grandi, altrimenti non fanno in tempo a cuocersi!
Dopo varie prove, si trova la "misura" giusta, bisogna solo avere pazienza e riprovare...


Per qualsiasi dubbio o domanda sono sempre qui, a disposizione.
Buona settimana a tutti e...
alla prossima.
Stefania ^_^

sabato 25 gennaio 2014

Giveaway per festeggiare due anni di Crema e panna!


GIVEAWAY CHIUSO!!
LA RICETTA VINCITRICE: QUI
 


Il 21 febbraio Crema e panna compirà due anni...
Due anni intensi di ricette, nuove amicizie e tante tante soddisfazioni!
E sì, perché siete voi e sempre voi che mi riempite il cuore di gioia, a volte pubblico una ricetta che magari è già presente nel web o per me è banale, ma voi non lesinate mai sui complimenti, sull'apprezzamento del mio lavoro... Non vi nascondo che a volte mi stupisco, ma questo è il grande cuore di una blogger, capire cosa c'è dietro ad una ricetta, il lavoro che si compie per realizzarla, fotografarla e poi postarla...
Non finirò mai di dirvi che siete voi il merito del mio successo, senza di voi non sarei ancora qui, dopo due anni, a condividere la mia passione...

Ed allora, voglio farvi un regalo, ve lo meritate...
Che ne dite di un giveaway?
Letteralmente, la parola "giveaway" significa "dare via", quindi si può tradurre con "regalare", giusto?
Ecco, io vorrei fare un regalo a chi mi segue, ma in cambio che ne dite di regalare qualcosa anche a me? Oltre all'affetto, si intende... e già questo è un bellissimo dono!!

Vi piacerebbe regalarmi una torta?
No, non fisicamente!!! Già dovrei mettermi a dieta, figurarsi se mi spedite le vostre prelibatezze, poi dovrei restare a digiuno per un anno intero!!
Avete voglia di preparare una torta o un dolcetto o dei biscotti per me?
Avevo in mente qualcosa che richiami il nome del mio blog...
Per intenderci, un qualche tipo di dolce a vostra scelta che abbia tra gli ingredienti o come farcitura/copertura la crema o la panna o anche tutte e due insieme!!!
Vi piace l'idea?

Ed io omaggerò una di voi con questo bel regalo:


Si tratta di una confezione regalo con due vasetti di creme spalmabili da 230 gr l'una al gusto di nocciola e di pistacchio:


... giusto per rimanere in tema con il nome del blog e l'argomento del giveaway...
Nota: non sono sponsorizzata da nessuna azienda, il regalo è una mia personale iniziativa!!
Queste creme e tanti altri prodotti molto interessanti si possono trovare su cioccolateriaveneziana.it

Ma eccovi le semplici regole per partecipare a questo giveaway.

1) Il giveaway parte oggi e termina il 21 febbraio 2014 alle ore 23.59, giorno del compleanno del blog; oltre questo termine, non saranno accettate altre ricette.
2) Può partecipare solo chi ha un blog e preferibilmente residente nel territorio italiano.
3) Bisogna esporre il banner (la prima foto) con il link a questa pagina sia nella ricetta, sia nella home page del vostro blog o nella pagina dedicata ai contest, poi lasciare un commento a questo post con il link alla ricetta che verrà inserita di seguito con il riferimento al vostro blog. Inoltre, nel commento o nel post mi piacerebbe sapere la vostra opinione sul mio blog, cosa vi piace, se avete suggerimenti... sono ben accette anche critiche in quanto mi aiutano a capire dove posso migliorare, quindi ditemi cosa pensate!
4) Si partecipa con 1 sola ricetta inedita *, pensata apposta per questo giveaway, dove ci sia la crema o la panna  o tutti e due (come farcitura, copertura o anche negli ingredienti) e i dolci possono essere di qualsiasi tipo: torte, dolci da colazione, dolci al cucchiaio, biscotti, e chi più ne ha più ne metta!!!
Attenzione! La crema può essere di qualsiasi tipo e/o gusto: pasticcera, al cioccolato, al limone, ecc. ci sono una miriade di tipi di creme, con o senza uova, latte... Insomma, fate quella che più vi aggrada, spazio alla vostra fantasia e al vostro estro!!!!
L'importante è che se una torta viene accompagnata da una crema, ci sia anche la ricetta della crema, mi raccomando! Per esempio, non è valido scrivere solamente "E' consigliata la crema inglese come accompagnamento", ma regalatemi anche la ricetta della crema, altrimenti che senso ha?
NON VALE DIRE CHE AMALGAMANDO GLI INGREDIENTI SI OTTIENE UNA CREMA, ma dev'essere proprio LA crema! Tipo la crema cotta o la crema pasticcera che viene cotta dentro all'impasto... Spero di essere stata chiara, in caso domandatemi.
AGGIORNAMENTO DEL 3 FEB. * per ricetta inedita, intendo una ricetta postata dopo la data di questo post; non valgono ricette ripubblicate.
5) La ricetta deve essere corredata da almeno una foto del piatto finito.
6) Questo giveaway non ha l’esclusiva, le ricette possono partecipare anche ad altri contest.
7) Se è la prima volta che venite a trovarmi, NON è assolutamente obbligatorio diventare miei sostenitori: fatelo solo se avete curiosato nel mio blog e vi piace!!!
8) La ricetta vincitrice verrà scelta a mio insindacabile giudizio al termine del giveaway; al limite, mi farò aiutare dai miei uomini di casa visto che anche loro adorano i dolci con le creme!

Alla fine realizzerò un bel pdf liberamente scaricabile dalla mia pagina dedicata ai pdf, quindi un ulteriore regalo per tutti voi!!!
Vi aspetto per brindare tutti insieme, ci conto, eh!


NOTE LEGALI
- L'iniziativa non si configura come una manifestazione a premio, in quanto non diretta a favorire nel territorio dello Stato la vendita di prodotti o la presentazione di servizi aventi fini anche in parte commerciali.
- Il presente giveaway non comporta alcuna violazione delle norme su concorsi a premi, poichè rientrante nella previsione di cui all'art.6 lett.d) del DPR 430/2001 e si precisa che la presente iniziativa, finalizzata alla raccolta di ricette e creazioni artistiche e fotografiche di stampo culinario, rientra in un progetto-studio in ambito commerciale e industriale e di interesse della collettività. Sicchè, il conferimento del regalo agli autori delle opere prescelte rappresenta il riconoscimento del loro merito personale e costituisce titolo d'incoraggiamento al fine di promuovere nel web la conoscenza alimentare, la sana alimentazione, ecc..
- Partecipando al giveaway con la vostra ricetta dichiarate che si tratta di una vostra originale creazione e che siete disposti a farla rientrare nella raccolta pdf. Dichiarate pertanto di poter liberamente disporre dei diritti sui testi e sulle fotografie, sollevando "Crema e panna" da qualsiasi contraria pretesa dovesse derivare da parte di terzi.



Le vostre prelibatezze per me:
1- Crostata marmorizzata di Roberta
2- Torta "Ultra Leggero" di Vale
3- Candida panna cotta al cioccolato bianco e cocco con salsa di more di Consuelo
4- Torta agli amaretti di Giusi
5- La crostata del sole di Mimma
6- Quiche morbida all'arancia di Floriana
7- La torta di Chiavari di Valentina
8- Cheese cake alle mandorle con lamponi e composta di mirtilli di Chiara
9- Rotolo crema e panna di Maria e Lucia
10- Red velvet hearts di SimoCuriosa
11- Tiramisù di Trita Biscotti
12- Zuccotto alle creme di ricotta e cioccolato di Batù
13- Torta con crema di marroni e cereali di Martina
14- Torta di frutta per 50 persone di Gwendy
15- Il cuore in una torta di Giusy
16- Torta di compleanno italian style di Natascia
17- Paris-Brest di Robin
18- Torta di compleanno... per la nonna di Finizia
19- Un cuore per San Valentino di Angela
20- Torta di rose con crema pasticcera e gocce di cioccolato di Sara
21- Red velvet con crema di mascarpone e cioccolato bianco di Michela
22- Crostata di kiwi con crema di kiwi al rum di Barbara
23- Torta al cioccolato fondente e lamponi con mousse al cioccolato e zenzero di Maria
24- Soufflè al cioccolato di Marilena
25- Crostata con crema pasticcera e fragole di Marghe

Il mio dolce (fuori concorso):
Dolce con crema e amarene sciroppate

giovedì 23 gennaio 2014

Brownie cheese cake


Avevo sempre visto in giro per il web questa torta particolare, un mix di due torte messe insieme... Ora che ci penso, sono americane... a quanto pare, continuo con il filone di torte/dolcetti provenienti dall'estero, anche se questa in particolare me la sono "inventata" io; lo spunto l'ho preso quando ho visto questi muffin, pensando già di realizzarli, poi ho cambiato idea ed ho deciso di preparare una torta. A quel punto, però, ho cambiato le dosi di alcuni ingredienti e voilà, ecco a voi la mia brownie-cheese cake!
Non mi aspettavo che venisse così bella, ma soprattutto così mostruosamente buona!!!
Una base cioccolatosa/goduriosa con sopra una crema cotta leggermente acidula che contrasta perfettamente e al tempo stesso valorizza il tutto...
Per rendervi l'idea: preparata il mattino, gustata dopo pranzo, fatto merenda, sparita dopo cena!!!
Come al solito, non so darvi indicazioni di quanto dura un dolce e come conservarlo... pazienza! ;-)


Ingredienti:
per il brownie:
◊ 3 uova
◊ 40 gr di cacao amaro
◊ 150 gr di zucchero
◊ 100 gr di burro fuso freddo
◊ 180 gr di farina 00
◊ mezza bustina di lievito per dolci
◊ un pizzico di sale
◊ aroma rum (o altro a scelta)
◊ latte q.b. (se necessario)

per la crema al formaggio:
◊ 400 gr di formaggio Philadelphia
◊ 5 cucchiai di zucchero
◊ 1 uovo
◊ 2 cucchiai di farina 00



Preparare il brownie.
Sbattere le uova intere con lo zucchero finchè diventano gonfie e spumose.
Unire il burro fuso e mescolare, poi incorporare la farina, il cacao, il lievito, il sale e l'aroma e mescolare ancora. Se l'impasto dovesse risultare troppo duro, aggiungere poco latte per volta fino ad ottenere un composto morbido.

Preparare la crema al formaggio.
In un'altra ciotola, mescolare il Philadelphia con l'uovo, lo zucchero e la farina fino ad ottenere un composto sodo ed omogeneo.

Versare l'impasto del brownie nella tortiera coperta con carta da forno strizzata e livellarlo.
Distribuire uniformemente sulla superficie il composto di formaggio; io ho mescolato pochissimo con un coltello per cercare di ottenere un effetto marmorizzato e il risultato è quello che si vede in foto.
Infornare nel forno già caldo a 180° per circa 35-40 minuti, o fino a quando il formaggio comincia a colorare (regolarsi in base al proprio forno!).



Particolare della fetta:






Non avete l'acquolina in bocca?
Alla prossima.
Stefania ^_^


Ricetta scaricabile dalla pagina dedicata ai pdf

lunedì 20 gennaio 2014

Shortbread scozzesi


Dopo la torta americana, che ne dite di biscotti scozzesi?
Una volta ho provato a preparare degli shortbread, non ricordo se erano scozzesi o altro, quello che mi ricordo molto bene è che non mi riuscirono! Da allora, non ci ho più provato :(
Finchè non ho trovato casualmente questa ricetta!!
Più semplice di così... e poi, di sicura riuscita!!
Questi biscotti sono di un buono, ma di un buono... spariscono in poco tempo, meno di quello che ci vuole a prepararli!!!
Mi ha attirata soprattutto il fatto che abbiano tre ingredienti e le loro dosi: tre di farina, due di burro e una di zucchero... facile da imparare, non si scorda più!!
Inoltre, ho visto in internet che ci sono vari modi per fare le forme a questi biscotti: c'è chi stende l'impasto e lo taglia, per poi spezzarlo in biscotti una volta cotto, oppure chi li fa a forma rettangolare... ora, io non so quale sia il metodo giusto per ottenere gli shortbread scozzesi veri e propri, ma io mi sono trovata benissimo con questo sistema!!!


Ingredienti:
ó 250 gr di farina 00
ó 50 gr di farina di riso
ó 200 gr di burro morbido
ó 100 gr di zucchero semolato


Mescolare le due farine con lo zucchero, poi unire il burro morbido a pezzetti ed amalgamare il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo, formando la classica palla.
Stendere la frolla ottenuta in uno spessore di circa mezzo cm e ricavare dei dischetti con l'aiuto di un tagliabiscotti, posizionandoli man mano sulla placca del forno rivestita con carta da forno. Il mio consiglio: meglio distanziarli un pochino perché, anche se non ci sono agenti lievitanti, in cottura tendono ad allargarsi; infatti, a me molti si sono uniti, per le foto ho dovuto andare alla ricerca di quelli un po' più rotondi e staccare gli altri!!
Punzecchiare la superficie con i rebbi di una forchetta e mettere la placca in frigo per almeno 15 minuti, poi cucinare i biscotti nel forno già caldo a 180° per circa 10-12 minuti, devono colorarsi leggermente.
Una volta sfornati, spolverare con altro zucchero semolato e lasciarli raffreddare.



Siccome l'impasto che si ottiene è molto morbido, io ho voluto provare ad usare la sparabiscotti: anche qui, per le foto ho dovuto ricercare quelli che avessero mantenuto un po' di più la forma perché, cuocendosi, essa si perde abbastanza. Ho visto che con questo metodo il tempo di cottura varia in base alla grandezza delle forme dei biscotti.



Se vi piacciono i biscotti "burrosi" e friabili, questi sono per voi!!!
Buona settima a tutti e...
alla prossima.
Stefania ^_^


Ricetta scaricabile dalla pagina dedicata ai pdf



Con questa ricetta vorrei partecipare al contest della mia amica Consu per festeggiare insieme il primo compli-blog: auguri mia dolce amica!!!