martedì 28 aprile 2015

Crostata con Arondo amc


Quella che vi presento oggi non è la classica crostata che esce dal forno, ma è stata cotta con la bistecchiera Arondo della amc.
Dopo il dolce cotto nella pentola amc, adesso tocca alla crostata nella bistecchiera!!
L'Arondo non è solo una bistecchiera, ma ci si può preparare benissimo anche pietanze che tradizionalmente vengono cotte in forno, come ad esempio la pizza, una torta salata o anche le brioches...
All'inizio, ero un pochino scettica (giusto poco poco, eh!), ma non potevo fare altro che fidarmi della mia amica nonché consulente e della testimonianza di altre persone che hanno elogiato la crostata cucinata in questo modo...
Così mi sono buttata a capofitto ed ho una sola cosa da dire: per fortuna ho dato retta a tutte queste persone e non al mio primo istinto e mi sono fidata di loro!!
La crostata cucinata così viene croccante sotto e morbida sopra, ci mette meno della metà del tempo a cucinarsi e, come tutti i cibi cotti con amc, siamo sicure che è salutare e genuina!!
Oltre a decantare questo metodo di cottura, questo post serve per chi vuole imparare, per gli scettici o i curiosi o anche per chi vuole informarsi sul mangiare sano...

La ricetta della frolla può essere la vostra di fiducia, quella che vi riesce da una vita, oppure, se volete, vi propongo quella che ho usato per questa crostata.


Ingredienti:
~ 250 gr di farina

~ 110 gr di zucchero*
~ 120 gr di burro morbido a temperatura ambiente
~ 1 uovo

~ 1 cucchiaino di lievito per dolci
~ 1 cucchiaino di aroma al limone home made (oppure scorza di limone grattugiata)

~ marmellata a scelta, io ho usato 1 vasetto della mia marmellata di mele

~ mandorle a lamelle

* con lo zucchero semolato la frolla risulta più rustica, se si vuole ottenere una più delicata, usare lo zucchero a velo.



Preparare la frolla: lavorare insieme tutti gli ingredienti, formare una palla, avvolgerla nella pellicola e metterla a riposare in frigo per 30 minuti o anche un'ora.

Ritagliare la carta da forno usando come stampo il coperchio della Arondo.
Scaldare la bistecchiera fino a 50°, settore carne, poi spostarla dal fuoco.
Posizionare la carta da forno; stendere la frolla e adagiarla nella Arondo.
Spalmare la marmellata scelta, nel mio caso ho aggiunto delle mandorle a lamelle sulla superficie. Decorare la superficie con la frolla rimanente con la classica griglia o ritagliandola con una formina per biscotti.
Coprire con il coperchio, rimettere la Arondo sul fuoco grande con la fiamma bassa e, quando arriva a 98°, la crostata è pronta!


Lasciarla raffreddare, trasferirla su un tagliere e tagliarla a quadrotti, poi servire.

Nota: non avendo ricevuto il calore come in forno, ma dal basso, la frolla della superficie risulta chiara, ma è comunque cotta a puntino!! Eventualmente, si può colorarla con il Navigenio!


A piacere, si può anche fare uno strato di frolla più alto di come l'ho fatto io...



Ed ecco servita una merenda sana, genuina e... gustosa!!

14 commenti:

  1. Che sfiziosi questi quadrotti di crostata. . . sarà deliziosa !

    RispondiElimina
  2. Io l'adoro, da te imparo esperienze sensoriali non indifferenti Stef e ti ringrazio.

    RispondiElimina
  3. Ma che delizia ed è una bella idea cuocerla in questo aggeggio anche con il caldo non si deve accendere il forno !

    RispondiElimina
  4. una gran bella crostata, complimenti

    RispondiElimina
  5. Carissima Stefy, lo trovo veramente geniale il tuo sperimento di fare un dolce con la tua bistecchiera. Ti é riuscita una crostata davvero sublime. Ma che delizia di bontà!!! E cosi, la tua amc é anche una soluzione per un pranzo speedy perché mentre che si fa dell'altro nel forno, si puo preparare anche il dessert nello stesso tempo. Metodo molto interessante!!! Baccioni!!!!

    RispondiElimina
  6. brava,geniale,comodo,utile complimenti e grazie

    RispondiElimina
  7. Deliziosa e particolare, bravissima :)

    RispondiElimina
  8. Complimenti quello che cercavo

    RispondiElimina
  9. Ciao Stefania, innanzitutto complimenti per il tuo blog. Ho provato anche io a fare la crostata con la Arondo, ma ahime', sotto si è bruciata. Sentivo puzza di bruciato anche prima che raggiungesse i 98 Gradi. Potresti darmi qualche ulteriore consiglio? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Grazie dei complimenti. Se ti è bruciato il fondo vuol dire troppo fuoco; o lo abbassi del tutto o, se hai fiamme potenti, prova a mettere su fornello medio.

      Elimina
  10. ciao Stefania, complimenti per il tuo bellissimo blog. Ho provato a fare la crostata proprio come tu hai consigliato, ma mi si è bruciata sotto. Potresti darmi qualche ulteriore consiglio? Sono ancora inesperta con Amc

    RispondiElimina
  11. Grazie mille, ci devo assolutamente riprovare

    RispondiElimina

I COMMENTI ANONIMI, VOLGARI E MALEDUCATI NON VERRANNO PUBBLICATI !!
A causa di molti spam è attiva la moderazione dei commenti!
I commenti spam o con pubblicità di qualsiasi genere con link attivi e/o inattivi non verranno pubblicati!