venerdì 29 maggio 2015

Clafoutis al cioccolato speziato con ciliegie


Come tre anni fa, i ragazzi sono andati dai contadini per raccogliere le ciliegie, visto che abitualmente le lasciano cadere senza mangiarle ed è un peccato che vadano a male.
Così, sempre come tre anni fa, mi sono arrivati a casa con un carico di ciliegie che bastava per un bastimento affamato e ho dovuto ingegnarmi ad usarle subito dal momento che erano stra-mature!! Una parte c'ho fatto ancora marmellata, una buona parte sono sparite in varie macedonie (fragole e ciliegie, buonissime insieme!) e il resto sono sparite così, nature... cosa c'è di più buono di frutta fresca, di stagione e naturale (senza pesticidi!) per merenda?
Qualche ciliegia è finita in questo dolce, anch'esso pensato apposta per partecipare al nuovo contest del Molino Chiavazza; infatti, ho trovato la ricetta del clafoutis "normale" di ciliegie e l'ho trasformata al cioccolato, speziandola!
Per rendervi conto della sua bontà vi dico soltanto che l'ho preparato la mattina e la sera era sparito!!
Ora, le ciliegie sono finite, ma potrei anche comprarle per rifarlo, tanto è piaciuto!!!


Ingredienti:
~ 3 uova

~ 120 gr di zucchero
~ 80 gr di farina 00
~ 20 gr di cacao amaro
~ 200 ml di latte
~ la punta di un cucchiaino di noce moscata in polvere
~ ciliegie

Lavare le ciliegie, snocciolarle e disporle nello stampo precedentemente imburrato.


Montare le uova intere con lo zucchero finchè diventano chiare e spumose, poi unire la farina mescolata al cacao e alla polvere di noce moscata, mescolando sempre con le fruste elettriche. Poco alla volta, unire il latte a filo, sempre con le fruste in funzione per ottenere una pastella liscia ed omogenea.
Volendo, a questo punto si può assaggiare un goccino di composto per verificare se va bene il dosaggio di noce moscata: se il gusto è leggero, si può aumentare a proprio piacere!!
Versare delicatamente la pastella nella teglia e, a piacere, spolverizzare la superficie con altra noce moscata.


Infornare nel forno preriscaldato a 180° e fare cuocere per circa 35-40 minuti.
Quando il clafoutis è tiepido, spolverizzarlo con lo zucchero a velo.

Note personali:
- non so perché, ma verso la fine della cottura, il centro del dolce si è alzato come un vulcano in eruzione e, raffreddandosi, è rimasto ugualmente su... Ma, nonostante l'estetica, è sparito in un battibaleno!!
- questo dolce non risulta troppo "cioccolatoso"; per un gusto più fondente, basta aumentare il cacao amaro e diminuire la farina mantenendo le proporzioni!!




E' la prima volta che preparo un clafoutis, è veramente buono, con una consistenza tipo quasi "budino"...
Da rifare sicuramente con altra frutta!!




Con questa ricetta vorrei partecipare al contest del Molino Chiavazza: Cacao speziato

mercoledì 27 maggio 2015

Il vincitore del contest "Di cucina in cucina"


Eccoci arrivati alla proclamazione della ricetta vincitrice del contest "Di cucina in cucina" e quindi passare il testimone alla prossima ospite.
Vi avevo chiesto ricette dolci o salate con il mascarpone tra gli ingredienti e devo dire che siete state tutte bravissime, le ricette che mi sono pervenute mi hanno fatto sbavare tutte quante!! Inoltre, sono felice che mi siano arrivate molti piatti salati, il mascarpone è un formaggio che si presta in molte preparazioni, non solo dolci, e voi siete state fantastiche sbizzarrendovi anche nel salato!!!

Ma veniamo alla ricetta che mi ha colpita di più, che è...





Complimenti Sabry!!
Mi hai conquistata fin dall'inizio perché, oltre ai dolci, io vivrei di salatini, pizzette, tramezzini, praticamente tutto quello che si trova ad un buffet e con questi bignè morbidi e saporiti, che li vedrei benissimo come antipasto o ad una festa, mi hai presa per la gola!!! Non sai quanto mi sarebbe piaciuto allungare la mano attraverso lo schermo e farli sparire!!
Ora tocca a te ospitare il contest di Barbara e scegliere il prossimo argomento o ingrediente; nei prossimi giorni si metterà in contatto con te per darti le indicazioni necessarie.

Complimenti anche a tutte le altre partecipanti che mi avete fatto sgolosare a volontà, le vostre creazioni meritavano anche loro, ma purtroppo dovevo sceglierne una sola...
E grazie ancora a tutte per aver partecipato con tanto entusiasmo!

lunedì 25 maggio 2015

Torta al cioccolato aromatizzata al curry con crema al latte


Nella disperata ricerca di qualche modo per smaltire le uova di Pasqua ho trovato questa ricetta che mi ha colpita per la sua facilità e rapidità nella preparazione.
Per partecipare al nuovo contest del Molino Chiavazza, ho pensato bene di inserire tra gli ingredienti una spezia, ma non una classica, volevo qualcosa di diverso; così guardando in dispensa mi è balzato agli occhi il curry... detto, fatto!!
Inoltre, per non rendere il dolce "troppo cioccolatoso", rispetto all'originale ho preferito alleggerire la farcia sostituendo la ganache al cioccolato con una crema al latte: cosa c'è di più buono di latte e cioccolato insieme? (ricetta trovata qui)
Ne è nata una torta che io ho trovato particolare: alla fine della fetta io avevo un leggero pizzicore in bocca, nonostante la crema al latte rendesse il dolce delicato, un tenue e piacevole sentore speziato mi è rimasto per un po'... mio marito, invece, non ha sentito l'aroma del curry, ma bisogna considerare che lui mangerebbe anche i sassi se solo fossero conditi con creme o sughetti!! Da una parte è una fortuna che sia di "bocca buona", dall'altra non sempre recepisce un aroma, una spezia: l'importante per lui è che il cibo (dolce o salato) sia buono... punto!


Ingredienti:
~ 100 gr di cioccolato al latte

~ 100 gr di cioccolato fondente
~ 125 gr di farina 00
~ 125 gr di zucchero

~ 100 gr di burro
~ 3 uova

~ 1 bustina di lievito per dolci
~ la punta di un cucchiaino di curry

Per la farcitura:
~ 400 ml di latte intero
~ 200 ml di panna fresca da montare non zuccherata
~ 100 gr di zucchero

~ 50 gr di maizena

Inoltre:
~ acqua e zucchero per la bagna
~ gocce di cioccolato


Preparare il dolce: fare fondere il cioccolato con il burro.
Montare le uova intere con lo zucchero, poi unire la farina setacciata con il lievito e il curry.
Incorporare il mix di cioccolato e burro e mescolare bene. Versare nello stampo coperto con carta da forno e fare cuocere nel forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti. Sfornare e lasciare raffreddare.

Nel frattempo, preparare la farcitura scaldando il latte. In un altro pentolino, unire lo zucchero e la maizena e versare un goccino di latte sufficiente per far sciogliere le polveri evitando la formazione di grumi. Unire il resto del latte, mettere sul fuoco e portare ad ebollizione; una volta che la crema comincia a bollire, fare attenzione perché si addensa quasi immediatamente! Toglierla dal fuoco, versarla in una ciotola e lasciarla raffreddare completamente coperta con pellicola a contatto per evitare la formazione della pellicina.
Ora montare la panna ed unirla alla crema, mescolando delicatamente.
Consiglio di tenere la crema ottenuta in frigo prima di usarla per darle il tempo di addensarsi per bene, altrimenti cola dappertutto (come si può vedere in foto!).

Preparare lo sciroppo facendo bollire un po' d'acqua con lo zucchero; io non l'ho aromatizzato perché il dolce ha già un suo aroma e non volevo coprirlo con quello della crema!
Lasciare raffreddare anch'esso completamente.

Composizione del dolce: tagliare la torta a metà, bagnare la base con lo sciroppo, farcire con circa metà della crema e cospargere un po' di gocce di cioccolato.


Bagnare anche la calotta e sovrapporla ricomponendo il dolce.
Spalmare sulla superficie il resto della crema e porre in frigorifero fino al momento di servire.

Note personali:
- il mio stampo è da 24 cm e la torta mi è sembrata perfetta per essere tagliata a metà!
- le gocce di cioccolato le danno quel tocco croccantino!!
- siccome avevo fretta di comporre il dolce per riuscire a fare le foto con una luce decente, non ho messo la crema in frigo, così mi sono ritrovata che colava da tutte le parti e, a causa dell'umidità, gli Smarties e gli zuccherini si sono rovinati quasi immediatamente!! Quindi, meglio non saltare il passaggio della crema in frigo!! Infatti, il giorno dopo era decisamente un po' più sostenuta!!
- se la crema, prima di unire la panna montata, è molto densa, basta frullarla per qualche minuto per farla ritornare morbida e cremosa come appena cotta.


Particolare, ma golosa!!


Anche se da questa foto si evince che la crema non è molto consistente...


... però il dolce in sé è molto morbido e piacevole!!



Buon inizio di settimana a tutti.



Con questa ricetta vorrei partecipare al contest del Molino Chiavazza: Cacao speziato

sabato 23 maggio 2015

Corona all'amaretto e cioccolato


Questa corona nasce esclusivamente dopo aver visto questa foto: troppo bella per non provarci!!
Ho preso spunto per la forma, mentre l'impasto e il ripieno sono di mia "invenzione"...
Probabilmente avrete già visto in rete questa forma particolare, io non ancora...
Tutto sommato, è molto facile da fare e il risultato è davvero scenografico!!
Se qualcuno non la conosce ancora, queste sono le mie spiegazioni.
Dimenticavo: al posto del burro, questa volta ho messo l'olio di semi per rendere la brioche più "leggera"!


Ingredienti:
~ 250 gr di farina 00
~ 250 gr di farina Manitoba
~ 110 gr di zucchero
~ 2 uova

~ 150 ml di latte a temperatura ambiente
~ 30 ml di olio di semi di mais
~ 12 gr di lievito di birra fresco
~ 1 cucchiaino di aroma al limone home made
~ un pizzico di sale
Nota: con queste dosi, si ottengono 2 corone!!

per il ripieno (per una corona):
~ 40 gr di amaretti
~ 40 gr di gocce di cioccolato
~ 10 gr di burro fuso



Scaldare il latte e scioglierci il lievito di birra insieme ad un cucchiaino di zucchero preso dal totale.
Disporre sul piano di lavoro (o in una ciotola capiente) le farine e lo zucchero, formare la fontana e versarci al centro le uova, l'olio, il mix di latte e lievito, un pizzico di sale e l'aroma al limone home made.
Impastare il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo, formare una palla, depositarla nella ciotola infarinata, spolverizzarla leggermente con la farina e lasciarla lievitare fino al raddoppio.
Quando la pasta è lievitata, dividerla a metà e stendere un pezzo in un rettangolo di 40x30 cm.
Praticare in un lato più lungo dei tagli fino ad arrivare a quasi metà del rettangolo.
Spennellare il burro fuso su tutta la superficie intera del rettangolo, poi sbriciolare gli amaretti, distribuendo la farina, e cospargere le gocce di cioccolato; a piacere, si può anche aumentare la quantità di amaretti e gocce, così da rendere la brioche ancora più golosa! Arrotolare la pasta fino ad arrivare alla base dei tagli e passare le striscioline sopra il rotolo, mettendo l'estremità sotto (come in foto).


Chiudere il rotolo a formare una corona e lasciarla lievitare fino al raddoppio.
Cuocere la corona nel forno preriscaldato a 180° per circa 20-30 minuti (dipende dal proprio forno!), quindi sfornare e lasciare raffreddare completamente prima di servire.

Nota: l'altra corona l'ho farcita con una crema, ma purtroppo in cottura è uscita quasi tutta, quindi consiglierei di evitare le creme e preferire un ripieno più "secco".



La colazione è servita, magari accompagnata da un bel cappuccino...
Buon week end a tutti.




Con questa ricetta vorrei partecipare al contest di La cucina di Esme: I lievitati


mercoledì 20 maggio 2015

Torta arcobaleno, ovvero la Rainbow Cake


E' da qualche mese che ho degli albumi in freezer, a dire la verità, li ho messi da parte apposta per fare questa torta che spopola nel web, da presentare alla prima occasione importante...
Ebbene, l'ho preparata la settimana scorsa per festeggiare il mio anniversario di nozze: una piccola festina tra di noi, in famiglia, e poi la torta...
Sapevo di fare felice mio marito perché c'è molta crema, come piace a lui, e sapevo anche di stupire tutti con i suoi bellissimi colori cromatici!! Praticamente, sono andata sul sicuro su ogni fronte!!


Dando un'occhiata a quelle che si trovano in rete, ho notato diversi procedimenti: c'è chi aggiunge gli albumi senza montarli e chi li monta, chi usa anche i tuorli o creme con proporzioni diverse negli ingredienti...
Io ho seguito il mio istinto, ma stando alla "regola" di usare solo albumi perché l'impasto dev'essere chiaro, neutro, in modo che la colorazione finale risulti perfetta, non contaminata dal colore del tuorlo!
La ricetta base sia della torta che della crema l'ho presa da questo blog (che mi ero segnata da mesi!) in quanto ci sono le dosi per uno stampo da 20 cm, come volevo io; per il procedimento, come dicevo, ho fatto da me basandomi su altre torte viste in rete.


A parte l'effetto cromatico, che è risultato stupendo, non mi è venuta proprio perfetta: dovevo mettere un pochino di crema in più tra uno strato e l'altro, il suo bianco candido doveva essere un po' più evidente, e poi sono pure andata storta mettendo gli Smarties nella decorazione esterna...
Ma a quanto pare, gli altri non si sono accorti di questi piccoli difetti e, per essere la prima volta, sono felicissima del risultato!!
Questa è la mia ricetta, con le mie varianti.


Ingredienti per uno stampo da 20-22 cm:
~ 360 gr di farina 00
~ 200 gr di burro morbido a temperatura ambiente
~ 500 gr di zucchero
~ 6 albumi

~ 375 gr di latte a temperatura ambiente
~ 1 bustina di lievito per dolci
~ un pizzico di sale
~ coloranti in gel nei 3 colori base: rosso, blu e giallo

per la crema:
~ 500 ml di panna da montare fresca, non zuccherata
~ 250 gr di mascarpone
~ 200 gr di Philadelphia

~ 120 gr di zucchero a velo


per decorare:
~ Smarties e zuccherini colorati



Sbattere il burro morbido con 450 gr di zucchero finchè diventa una crema morbida e omogenea.
Incorporare la farina setacciata con il lievito, alternandola con il latte, in modo da avere sempre una crema morbida.
Montare gli albumi aggiungendo i restanti 50 gr di zucchero, fino ad ottenere una meringa soda, poi unirli all'impasto in più riprese, mescolando delicatamente dal basso verso l'alto.
Dividere l'impasto ottenuto in 6 ciotole; per fare le cose per bene ed ottenere la stessa quantità in ogni ciotola, prima ho versato circa 200 gr di impasto in ognuna, poi ho suddiviso il resto mettendolo a cucchiaiate.
Colorare l'impasto in ogni ciotola con i coloranti in gel, tenendo presente che la colorazione che si ottiene nell'impasto crudo sarà la stessa che si ottiene una volta cotte le torte.
Un consiglio: ho notato che per un risultato perfetto dell'intensità dei colori che bisogna miscelare, è meglio mettere la stessa quantità di ogni colore, non una goccia in più o in meno; ad esempio, per il viola, 4 gocce di blu e 4 di rosso, con solo una goccia in più di blu viene un viola che tende all'azzurro, con una sola in più di rosso risulta un viola tendente al fucsia; lo stesso discorso vale per il verde e l'arancione!! 
Versare il primo impasto colorato nello stampo imburrato e infarinato, livellare la superficie e fare cuocere nel forno preriscaldato a 180° per 15 minuti. Se si hanno a disposizione più stampi della stessa misura, cuocere le torte insieme, così da risparmiare tempo e forno!!

Nota: se si preparano le torte il giorno prima, come ho fatto io, quando sono fredde avvolgerle nella pellicola e metterle in frigo; io ho preferito lasciarle riposare la notte nel forno (spento e freddo, ovviamente!).
Se, invece, si vuole farcirle subito, man mano che sono pronte, e fredde, si possono impilare una sopra l'altra mettendo tra di loro un foglio di carta da forno per non farle attaccare.


Preparare la crema: sbattere i formaggi con lo zucchero a velo per ottenere una crema morbida, poi montare la panna ed unirla alla crema di formaggio.

Comporre la torta: mettere sul piatto da portata la torta di colore viola, spalmare la crema, adagiare sopra la torta azzurra, altra crema, e continuare così formando l'arcobaleno e mettendo un bel strato di crema tra un colore e l'altro.
Ricoprire la torta con il resto della crema spalmandola sulla superficie e i bordi.
Mettere la torta in frigo e, prima di servirla, decorarla con gli Smarties e/o zuccherini colorati; se fa caldo, come nel mio caso, è meglio fare questa operazione in 2-3 step perché la crema tende ad ammorbidirsi a temperatura ambiente e gli Smarties che sono attaccati sul bordo del dolce cominciano a scivolare giù.
La torta che avanza bisogna conservarla in frigorifero... se avanza!!

Nota: non occorre bagnare le torte con nessuna bagna in quanto risultano per natura umide e morbide!


Ed ora, una carrellata di foto, mi sono divertita troppo a riprendere questa torta da varie angolazioni da quanto ero soddisfatta del risultato!!



 
 




Adatta per una bella festa di compleanno, volete mettere la sorpresa dei bambini quando viene tagliata la torta?




Con questa ricetta vorrei partecipare al contest di Coccole di Dolcezza: Albume... che guerra sia!

lunedì 18 maggio 2015

Crostata di mele e crema di formaggio all'arancia


Questa crostata è nata dalla necessità di far sparire qualche mela e un po' di ricotta che stazionava in frigo, prima che il tutto andasse a male...
Insieme al mascarpone e alla marmellata di arance, è nata questa crostatina niente male: le mele vengono impreziosite da questa crema di formaggi aromatizzata all'arancia e il tutto appaga in pieno mente e corpo!!
Che ne dite di provarla?


Ingredienti:
per la frolla:
~ 300 gr di farina
~ 130 gr di burro morbido
~ 150 gr di zucchero
~ 1 uovo

~ 1 bustina di lievito per dolci
~ 1 cucchiaino di aroma al limone home made

per il ripieno:
marmellata di arance rosse
~ 3 mele

per la crema di formaggio all'arancia:
~ 250 gr di mascarpone
~ 120 gr di ricotta
~ 1 uovo
~ 80 gr di zucchero
~ 1 cucchiaino di aroma all'arancia home made 


Preparare la frolla. Con il burro morbido a tocchetti lavorare lo zucchero, poi aggiungere l'uovo e la farina con il lievito e l'aroma al limone home made. Lavorare bene l'impasto, fare una palla e dividerla a metà. Tirare una metà e mettere in una teglia già imburrata e infarinata da 24 cm di diametro.

Preparare la crema di formaggio mescolando bene tutti gli ingredienti.
Spalmare una generosa quantità di marmellata di arance rosse sulla base della frolla.
Lavare, sbucciare e tagliare a fettine le mele, poi disporle sulla marmellata facendo più strati.
Ora versare la crema di formaggio e coprire con l'altra metà di frolla tirata in una sfoglia.
Infornare nel forno già caldo a 180° per circa 35-40 minuti.
Lasciare raffreddare la crostata e spolverizzarla con lo zucchero a velo.

Nota: per i più golosi, si può aggiungere alla crema frutta secca o disidratata, uvetta ammollata o, meglio ancora, gocce di cioccolato!!


La frolla rimane morbida e la crema dà quel tocco in più alle mele...


A colazione, merenda o dopo pranzo/cena... fate voi!


Delicata, ma gustosa... Una cremosa bontà...
 



Buon inizio di settimana a tutti.