martedì 31 maggio 2016

Patate grigliate con Arondo


Qualche tempo fa, la mia amica (nonché consulente di fiducia e/o tutor) mi ha detto che le patate preparate con l'Arondo vengono buonissime.
Ora, ci sono degli aspetti da considerare:
1- la conosco da anni e anni;
2- ha un'esperienza decennale come consulente;
3- mi ha venduto lei il sistema amc;
4- mi ha aiutata ad entrare in questa grande famiglia come consulente e tutt'ora mi segue;
5- è indubbiamente più esperta di me;
6- quello che ho imparato e che trasmetto a voi tramite questo blog lo devo a lei, ai suoi corsi cucina o alle telefonate per togliere qualche dubbio o fare domande astruse...
Riepilogando: potevo non fidarmi della sua parola?? Certo che no!!
Aveva ragione?? Certo che sì!!
Su una cosa non si era sbilanciata più di tanto: non sono buonissime, di più!!!!!
Provate anche voi, vedrete che non potrete più farne a meno... Se vogliamo, possiamo considerarlo un contorno "diverso", ma vedrete come gradiranno i vostri cari...
Facilissime da preparare, un goccino di olio a crudo e il gioco è fatto; in inverno possono essere servite ancora tiepide, in estate belle fredde...
Cosa state aspettando, siete ancora lì??


Scaldare l'Arondo fino a settore carne (50°).
Nel frattempo, sbucciare le patate e tagliarle a fettine spesse circa mezzo cm. Metterle su un foglio di carta assorbente e tamponarle con un altro: mi raccomando, è importante che siano belle asciutte!!
Quando l'Arondo arriva a temperatura, adagiare le fette di patate, coprire con il coperchio e fare arrivare a settore carota (90°). Fare cuocere per qualche minuto, dipende molto da quanto si vogliono abbrustolite. Girare le fettine e farle cuocere anche dall'altra parte.
Man mano che sono pronte, metterle in un piatto da portata o su un vassoio, salarle e peparle a piacere ed irrorarle con un buon olio d'oliva extravergine.
Servire tiepide o fredde.

 

E se avete più fantasia di me, potete servirle con qualche decorazione come pomodorini tagliati a spicchi, foglioline di menta... sbizzarritevi e vedrete che successo!!


Non preoccupatevi se sembra che rimangano sode e possano sembrare crude, non lo sono affatto!!




domenica 29 maggio 2016

Il boschetto di pioppi vicino a casa mia per la mia amica Vale

Ultimamente ho trascurato parecchio il mio piccolo angolo virtuale e mi dispiace, ma il lavoro e i pensieri che ne derivano mi stanno assorbendo parecchio tempo, nonché voglia di pensare a cosa postare e, molte volte, anche a cosa cucinare... La conseguenza e che ho diminuito parecchio i post, spero che non me ne vogliate.
Stamattina ero partita con l'idea di prendermi un po' di tempo per stare sul computer, non solo per il blog, ma anche per altre cose e, dando un'occhiata alle vostre ultime creazioni, mi sono imbattuta nel giveaway della mia carissima amica Vale: come non partecipare??
Vale, devo scusarmi con te perchè ho visto solo ora il tuo giveaway e il fatto che non è neppure il tuo ultimo post mi fa sentire ancora più in colpa!! Se non stavo attenta, rischiavo di perdermelo e non me lo sarei mai perdonata!!

Ed ora veniamo agli scatti che ho deciso di condividere per il suo bellissimo giveaway.
Valentina ci chiede, appunto, di condividere con lei uno o più scatti di qualcosa che ci fa sentire bene, di qualsiasi natura siano, non solo piatti culinari. Io ne avrei di foto da postare: i miei figli, gatti, cani, tramonti... torte...
Ma quelli che mi sono venuti subito in mente sono questi che tra poco vi presenterò, ma prima lasciatemi spiegare il perchè: noi abitiamo in una strada chiusa, una via cieca praticamente, nella zona residenziale in un paesello nella bassa padovana situato in mezzo ai campi. La nostra casa è la penultima di questa via e di fianco a noi c'è un bellissimo boschetto di pioppi che ogni anno diventa sempre più rigoglioso.
Io amo la natura in tutte le sue sfaccettature con gli esseri viventi che la popolano, che abbiano un cuore pulsante o la linfa vitale che scorre non fa differenza...

E ultimamente, quando ho un attimo di tempo, mi piace fermarmi e sedermi in giardino ad ammirare questi alberi... A volte c'è una leggera brezza che li fa cantare, altre volte la luce del tramonto dona delle sfumature alle foglie creando un momento effimero, ma indelebile nella mente... Ed è solo in questi momenti che ritrovo un po' di pace e serenità, lo stress viene accantonato e mente e corpo si rilassano...

Ok, ho capito, basta parlare ed ammiriamo un piccolo angolo di paradiso, perché molte volte non ci rendiamo conto, ma la natura E' il nostro paradiso in Terra!!
Le foto sono state scattate con il cellulare, spero che il risultato sia decente, in caso contrario... pazienza!





La visuale dal mio giardino...


... e uno scorcio dalla mia stanza da letto, al piano superiore...



In questo momento, sta piovendo forte ed io trovo che anche la pioggia, insieme al vento, produce musica quando si insinua tra le foglie, tra i rami...
Buona domenica.




Con questo post vorrei partecipare al giveaway di Una fetta di paradiso: 4 anni di voi

giovedì 19 maggio 2016

Ciambella da colazione


Questo dolce non l'ho preparato io, ma è un'idea di mio figlio, quello che è al primo anno di scuola alberghiera. Per le vacanze, la prof ha già detto alla classe che vuole delle ricette con foto di piatti preparati dai ragazzi e, appena è venuto a casa, mi ha subito chiesto di prestargli i miei libri per cercare una ricetta e "portarsi avanti" con i compiti...
L'ha colpito subito questa ciambella, probabilmente per la facilità disarmante con cui si prepara, dal momento che si mettono insieme cinque ingredienti di numero e via, in forno!
Lui l'ha voluta aromatizzare al limone giusto per renderla un po' più particolare e personalizzata, poi gli ho dato un'idea con la marmellata... Solo un paio di consigli da parte mia, ma il lavoro e il conseguente risultato è tutto merito del mio piccolo pasticcere, che è ben felice che la mamma condivida la sua creazione con voi.


Ingredienti:
~ 400 gr di farina
~ 125 gr di zucchero semolato

~ 3 uova
~ 100 ml circa di latte
~ 80 ml di olio di semi di mais (originale, 100 gr di burro fuso)
~ 1 bustina di lievito per dolci
~ qualche cucchiaino di marmellata a scelta, facoltativo
~ 2 cucchiaini di aroma al limone home made (oppure la scorza grattugiata di un bel limone)


Montare le uova intere con lo zucchero, poi unire l'olio o il burro fuso e l'aroma al limone home made. Incorporare la farina alternandola con il latte per lavorare sempre un composto morbido e cremoso e, per ultimo, unire il lievito. Si deve ottenere un impasto cremoso, ma piuttosto sodo; versarlo nello stampo da ciambella. A piacere, si possono mettere dei cucchiaini di marmellata qua e là e coprirla con un po' di impasto in modo che in cottura resti al centro del dolce (il composto è talmente sodo che non riuscirà a sprofondare del tutto!).
Cuocere nel forno preriscaldato a 180° per circa 35-40 minuti. Fare la prova stecchino prima di sfornare.


Un bel caffè o una tazza di thè e la colazione è servita!!



Ho come l'impressione che questa sarà la prima di tante ricette che preparerà mio figlio...
Beh, vorrà dire che condividerò anche il blog con lui, visto che ho cominciato a condividere la mia cucina...


domenica 8 maggio 2016

Girelle con marmellata di fragole all'aceto balsamico


Era da un po' che cercavo un'idea per utilizzare una marmellata di fragole aromatizzata con l'aceto balsamico che mi è stata regalata. Volevo farle fare una degna fine per "onorare" la persona che me l'ha donata con tutto il suo cuore...
Poi, facendo zapping in tv, ho visto il rotolo della Parodi: un pan di Spagna farcito con la Nutella, intinto da una parte nel cioccolato fuso e, per completare, una spolverata di farina di cocco... Avete presente?
Dovrebbe essere una ricetta ormai un pochino datata, ma io l'ho scoperta solo recentemente...
Anzi, da qui l'idea di sostituire la Nutella con la marmellata di fragole!!!
Dire che c'ho azzeccato è dir poco!!!
D'altronde, il cioccolato si abbina con qualsiasi frutto, quindi... il gioco è fatto!!!
Io ho evitato semplicemente di aggiungere il cocco perché volevo che il binomio fragola-cioccolato non venisse "contaminato"... e poi, la marmellata ha un suo aroma che non potevo certo ignorare!!!


Ingredienti:
per il pan di Spagna:
~ 4 uova
~ 80 gr di zucchero
~ 70 gr di farina

~ 1 cucchiaino di aroma al limone home made (mia aggiunta)

inoltre:
~ 200/250 gr di marmellata di fragole all'aceto balsamico
~ 200 gr di cioccolato fondente (oppure, 100 fondente e 100 al latte, come ho fatto io)
~ 1 noce di burro


In una ciotola, montare le uova intere con lo zucchero utilizzando le fruste elettriche.
Unire l'aroma al limone home made (o scorza di limone grattugiata), poi incorporare delicatamente la farina setacciandola, mescolando con una spatola dal basso verso l'alto.
Versare l'impasto nella teglia del forno coperta con carta da forno e livellare la superficie.
Infornare nel forno preriscaldato a 180° per circa 10 minuti.
Capovolgere il pan di Spagna sopra un canovaccio (o un altro foglio di carta da forno pulito), togliere la carta da forno e spalmare subito la marmellata.
Con l'aiuto del canovaccio, arrotolare il dolce dalla parte più lunga.
Ora, Benedetta dice di lasciare raffreddare il rotolo ottenuto avvolto nel canovaccio, però, una volta che è andata a tagliarlo a fette, queste erano troppo morbide e faceva fatica; da qui, ho dedotto che probabilmente il canovaccio tiene l'umidità all'interno del dolce, così io ho provato a lasciarlo raffreddare senza avvolgerlo né nel canovaccio, né nella carta da forno. Così facendo, ho ottenuto un rotolo morbido, ma tagliabile senza alcun problema!


Fondere il cioccolato (o i due tipi di cioccolato se si vuole un gusto meno fondente) con una noce di burro e spalmarne circa due cucchiaini su un lato di ogni fetta, mettendole man mano su un vassoio con la parte della marmellata all'ingiù.
Lasciare indurire il cioccolato, poi trasferire le girelle su un piatto da portata e servire.


Il vasetto di marmellata era da 300 gr, ma nel dolce ne ho messo di meno apposta per godermi un po' di marmellata così, nature... Favolosa!!


Il pan di Spagna è morbidissimo, viene fuori un rotolo che è una nuvola...
Da provare anche la versione originale, con Nutella e cocco!!!


Il "lato b" di una girella:


... e dopo il primo morso:




Buona festa della mamma a tutte le mamme del mondo!!