martedì 30 agosto 2016

Gelato allo yogurt al caffè


Terzo esperimento della serie di gelati preparati con lo yogurt.
Questo è al caffè, delicato e piacevole... Inoltre, si vede che finalmente ho trovato i tempi di raffreddamento e mantecatura in base alla mia nuova gelatiera perché, a differenza dei primi due, è bello sostenuto e cremosissimo!!


Ingredienti:
~ 250 ml di panna fresca da montare
~ 250 gr di yogurt al caffè

~ 150 ml di latte intero
~ 130 gr di zucchero
~ 2 cucchiaini di caffè solubile (o più per un gusto più deciso!)

Con queste dosi si ottiene circa 700 ml di liquido, quantità adatta per l'uso della gelatiera.


Sciogliere molto bene lo zucchero e il caffè solubile nel latte, poi unire la panna fresca e lo yogurt e mescolare ancora fino ad ottenere un composto omogeneo.
Mettere il recipiente in freezer per circa un'ora, poi versare il composto bello freddo nella gelatiera in funzione e fare mantecare per circa 25-30 minuti, il tempo necessario affinché si gonfi e diventi bello cremoso.
Porzionare nelle coppette e servire subito, decorando a piacere.





martedì 16 agosto 2016

Carbonara con Amc, senza ovale!


Da quando ho capito le dosi dell'acqua con il sugo per fare la pasta con il Secuquick Amc, non mi ferma più nessuno!! Ho sperimentato sughi vari, ma quello che mi mancava era la carbonara: possibile che si possa fare solo con l'ovale e non con il nostro amatissimo Secu?
Così ho sperimentato e il risultato giudicatelo voi...
D'altronde, con Amc bisogna sperimentare, solo così si può imparare dosi, tempi e quant'altro...
Ma ritorniamo alla carbonara di oggi: praticamente, non è una ricetta, ma il procedimento di come farla con il Secu.
Pronti? Via!!


Ingredienti:
~ pasta corta
~ pancetta affumicata a pezzetti (io uso le vaschettine già pronte da 100 gr)

~ acqua q.b.
~ pochissimo sale

~ un goccio d'olio (io preferisco di semi)
~ uova, grana grattugiato, sale e pepe (io non ho messo quest'ultimo)

Mettere la pasta nell'unità di cottura da 3 o 4,5 litri.
Aggiungere la pancetta affumicata, un goccio d'olio e l'acqua in quantità tale che rimanga a livello della pasta o, meglio ancora, appena al di sotto.

Salare leggermente e mescolare (nella foto qui sotto, la pancetta è tutta sotto la pasta).


Chiudere con il Secuquick ed impostare l'Audiotherm su P + soft.
Sul fuoco: mettere la pentola su quello grande a fiamma alta e, quando l'Audiotherm suona, spegnere, poi spostarla dalla fonte di calore ed aspettare che il coperchio si apra da solo.
Con il Navigenio: impostarlo su A di automatico e, quando l'Audiotherm suona, spegnere; anche in questo caso, meglio spostare la pentola dal Navigenio perché è bello caldo!!

Nel frattempo, sbattere le uova con il grana grattugiato, il sale e il pepe finchè si ottiene una bella crema omogenea.

Quando il Secuquick si apre, toglierlo e mescolare la pasta; se per caso c'è dell'acqua avanzata, mettere la pentola sul fuoco e fare asciugare.


A questo punto, unire l'uovo sbattuto e mescolare ancora una volta, poi impiattare e servire.


Il risultato è una pasta bella cremosa, senza l'effetto "frittata", ma se piace l'uovo più cotto, basta mettere la pentola sul fuoco e fare andare finchè si ottiene la cottura desiderata.


Che ne dite, non vi fa voglia?


Così cremosa...




Buon divertimento con Amc a tutti.

domenica 7 agosto 2016

Pasta al forno con amc... praticamente, senza forno!!


Allora, l'altro giorno vi ho mostrato come fare la pasta con il Secuquick...
Ora vi chiedo: con questo caldo, accendereste il forno per trasformarla in pasta al forno?
No?? Nemmeno io...
Ma ecco che ci viene in aiuto il nostro amatissimo, fidatissimo, utilissimo Navigenio!!!

Prima di cominciare, una piccola precisazione: in questo caso, io ho usato il ragù preparato con il metodo amc (e congelato nelle vaschette) con l'aggiunta di un pochino di passata di pomodoro, aromi e funghi porcini (quelli in scatola).

Per prima cosa, preparare la pasta come ho descritto nel post precedente o come vi trovate meglio voi.
Nel frattempo, preparare la besciamella come spiegato qui (sempre metodo amc!), facendo metà dose.
Quando la pasta è pronta, versarne circa metà nell'unità bassa e larga da 3,5 litri, poi spargere delle cucchiaiate di besciamella, versare il resto della pasta e coprire con il resto della besciamella, mettendola sempre a cucchiaiate qua e là.
A piacere, spolverare con abbondante grana grattugiato o formaggi a vostro gusto.

Nota: io ho preferito trasferire il tutto nella pentola bassa e larga in modo da ottenere una pasta al forno il più possibile gratinata, ma non è obbligatorio, si può anche lasciarla nell'unità alta!

Ora capovolgere il Navigenio sopra l'unità di cottura ed accenderlo, posizionando la temperatura sulla terza o quarta tacca. Fare gratinare secondo i propri gusti.
Nota: se si lascia la pasta nell'unità alta, lasciare il Navigenio capovolto per qualche minuto in più o accenderlo ad una potenza maggiore.


Io ho voluto mettere la besciamella a cucchiaiate, ma nulla vieta di mescolarla direttamente con la pasta, soprattutto se la si vuol fare gratinare nell'unità alta.

La solita, bella spolverata con il grana grattugiato...


... e il piatto è pronto!!
Sfido chiunque a non sbavarci davanti!!



Poco, pochissimo lavoro per un risultato favoloso!!!
Amc forever!!

giovedì 4 agosto 2016

Pastasciutta con Secuquick


Oggi vi mostro come fare la pasta con Secuquick Amc: niente di più facile!!
Una volta capito il metodo, cioè quantità di acqua e/o sugo e i tempi, vedrete che non riuscirete più a farla con il metodo tradizionale!!
Questo è il procedimento di come la faccio io e mi trovo benissimo...

Ingredienti:
~ pasta corta
~ passata di pomodoro

~ acqua q.b.
~ pochissimo sale

~ origano o spezie a piacere
~ tutto quello che vi aggrada; in questo caso, io ho messo un paio di zucchine


Mettere la pasta nell'unità di cottura da 3 o 4,5 litri.
Aggiungere la passata di pomodoro e tutti gli altri ingredienti.
A questo punto, aggiungere l'acqua in quantità tale che rimanga a livello della pasta o, meglio ancora, appena al di sotto.


In questo caso, io ne ho messa un pochino troppa di acqua; il risultato è che se viene assorbita tutta, la pasta verrà più cotta, se invece non viene assorbita perché la quantità in più non è necessaria, la ritroveremo nel fondo. In questo caso, nessuna paura: basta accendere il fuoco per un minuto e far asciugare il liquido in eccesso!!
Attenzione anche al contrario: se c'è troppa poca acqua, la pasta che rimane sopra rimarrà più dura e leggermente cruda!!

P.S.: io mi trovo bene anche nel mettere un goccio di olio di semi in modo da evitare il rischio che la pasta si attacchi, tanto vado tranquilla perché la temperatura di cottura rimane sempre al di sotto dei 100 gradi e quindi, non venendo fritto, non risulterà pesante!

Chiudere con il Secuquick ed impostare l'Audiotherm su P + soft.
Sul fuoco: mettere la pentola su quello grande a fiamma alta e, quando l'Audiotherm suona, spegnere, poi spostarla dalla fonte di calore ed aspettare che il coperchio si apra da solo.
Con il Navigenio: impostarlo su A di automatico e, quando l'Audiotherm suona, spegnere; anche in questo caso, meglio spostare la pentola dal Navigenio perché è bello caldo!!


Questo è il risultato: una pasta bella condita, sana e, soprattutto veloce!!
E nessun schizzo di acqua bollente, che non è da poco...


Una bella spolverata di grana e voilà...



Un consiglio: non spaventatevi se all'inizio non vi riesce, con un po' di pratica vedrete che è facilissima. Inoltre, se mettendo semplicemente il programma P sull'Audiotherm e la pasta vi sembra troppo al dente, basta impostare uno o due minuti...
Praticamente, provate, provate, provate... E vedrete che prima o poi avrete grande soddisfazione!!